Due nuovi treni dal 7 aprile. Passeranno per Brindisi, Fasano, Ostuni e San Pietro

Dalla prossima settimana, muoversi in treno in Salento, sarà più facile. L’assessorato ai trasporti della Regione Puglia e Trenitalia hanno annunciato l’avvio di un nuovo programma di mobilità che prevede, da subito, l’aggiunta di 4 nuovi treni, due dei quali collegheranno tutti i giorni Bari a Lecce, passando per la provincia di Brindisi.

trenitalia-regine-veneto-addio

Il primo step del programma, che andrà in vigore in orario dal 7 aprile prossimo in via sperimentale per tre mesi, prevede l’istituzione di:
• un treno con partenza da Bari Centrale alle 17.05 e arrivo a Lecce alle 18.36 che effettuerà le fermate intermedie a Polignano, Monopoli, Fasano, Ostuni, Brindisi e San Pietro Vernotico;
• un treno da Lecce in partenza alle 19.05 e arrivo a Bari Centrale alle 20.36 con fermate intermedie a San Pietro Vernotico, Brindisi, Ostuni, Fasano, Monopoli e Polignano;
• un treno con partenza da Bari Centrale alle 12.10 e arrivo a Barletta alle 12.56 con fermate intermedie a Bari Palese Macchie, Bari Santo Spirito, Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie e Trani;
• un treno con partenza da Barletta alle 13.10 e arrivo a Bari Centrale 13.59 con fermate intermedie a Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari Santo Spirito, Bari Palese – Macchie, Bari zona industriale.

L’istituzione dei nuovi treni è a costo zero per la Regione, in quanto le percorrenze necessarie sono state reperite da uno studio sulle frequentazioni dei treni esistenti, che ha dato come risultato la possibilità di sopprimere 28 treni del servizio metropolitano tra Molfetta e Mola di Bari nei giorni di sabato, in quanto in tali giornate vi è un calo di domanda di circa il 34%. Per ogni treno soppresso nei giorni di sabato è comunque garantito un collegamento nella stessa fascia oraria e, per circa il 50 % dei treni soppressi, c’è un treno alternativo entro i successivi 15 minuti. E’ già allo studio la prossima azione riguardante la razionalizzazione degli orari e delle fermate nella fascia oraria mattutina più utilizzata dai pendolari sulla tratta Foggia – Bari, finalizzata ad offrire treni più rispondenti alle richieste di mobilità.

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter