Francavilla, il caso del militare che non solidarizza con i marò: “Politici, pensate alle cose serie”. Polemiche su facebook

gianni capuano sammy il druidoNei giorni scorsi, i due capigruppo in Consiglio comunale di Forza Italia, Antonio Sgura, e La Puglia prima di tutto, Gianni Capuano, oltre al coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Michele Iaia, hanno protocollato in Comune una mozione per impegnare le assise civiche nei confronti del caso “marò”, i due militari italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone ancora reclusi in India dopo aver sparato a due pescatori dalla nave Enrica Lexie. L’iniziativa dei tre politici è stata riportata dalla stampa locale e poi condivisa proprio da Capano sul suo profilo facebook, dove però non sono mancate le polemiche, dato che proprio un militare – un sottufficiale dell’Aeronautica – ha invitato i promotori a pensare alle cose serie o, meglio, ai fatti di rilievo locale e non nazionale, impiegando a tal proposito anche un linguaggio abbastanza colorito. Cosa c’è di strano? In linea teorica nulla, potendo ciascuno liberamente avere una propria opinione, ma quello che hanno rimproverato all’autore del commento il titolare del profilo fb e altri interlocutori è il fatto di non aver preso le difese – caso raro, se non unico – dei due marò a maggior ragione considerata la sua appartenenza a un corpo militare. Le forze armate si sono infatti schierate tutte e in maniera ufficiale dalla parte dei due marinai, il cui caso è al centro di un braccio di ferro diplomatico tra l’Italia e l’India. A soffiare sul fuoco della sorpresa e dei malumori, inoltre, il fatto che il sottufficiale abbia poi corretto il tiro, modificando – forse dopo essersi reso conto della “sparata” – il contenuto del suo intervento. Abbiamo oscurato l’identità, peraltro fittizia, del commentatore, lasciando pubblico soltanto il post di Capuano che, a differenza del suo amico virtuale, è un personaggio pubblico facendo politica e soprattutto sedendo in Consiglio dopo l’elezione nelle fila della Puglia prima di tutto.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter