Benessere e salute: l’importanza del filo interdentale, come usarlo correttamente

di VERONICA LACORTE

La dottoressa Veronica Lacorte, odontoiatra
La dottoressa Veronica Lacorte, odontoiatra

Per sfoggiare un sorriso invidiabile e denti sani e forti è importante – nonché indispensabile – dedicare quotidianamente e più volte al giorno alcuni minuti del proprio tempo alla pulizia dei denti. Una corretta igiene orale associa all’utilizzo dello spazzolino anche altri presidi che permettono di tenere pulite e deterse quelle zone in cui lo spazzolino non arriva. Elemento fondamentale e indispensabile della nostra igiene dentale quotidiana è il filo interdentale, odiatissimo e snobbato dalla maggior parte delle persone (per il difficile utilizzo) è invece un nostro potente alleato: rimuovendo in profondità la placca interdentale e i residui di cibo, tiene alla larga la carie interprossimale e i disturbi gengivali.

come usare il filo interdentale(2)Vediamo insieme come usare il filo interdentale:
– Cominciamo tagliando un segmento di filo interdentale di circa 45 – 50 cm , aiutandoci con l’apposita lima inserita nel contenitore; – avvolgi entrambe le estremità del filo attorno al dito medio o al dito indice di ciascuna mano (si consigliano due giri attorno ad ogni dito);
– Aiutandoci con gli indici o i pollici, tendiamo il filo e inseriamolo negli spazi interdentali di ogni dente cominciando dai settori posteriori di un lato dell’arcata superiore o inferiore, e continuando fino ai settori posteriori del lato opposto.
– Muovi delicatamente il filo su e giù e spostandoti contro la superficie del dente in senso orizzontale seguendo il contorno di ogni dente e quindi andando a disegnare una “c” passando al di sotto del margine gengivale dei denti.
– Fai attenzione alle gengive: un movimento brusco verso il margine può provocare tagli. Muoviti su e giù poggiandoti sempre sulla superficie del dente per evitare danni gengivali!
 Ricorda che per ogni spazio interprossimale dobbiamo pulire le superfici di due denti adiacenti: quindi dobbiamo ripetere lo stesso movimento per entrambe le superfici opposte.
– Ad ogni passaggio fai scorrere il filo tra le dita, in modo tale da utilizzare ogni volta un pezzo di filo pulito.
– Procedi alla pulizia dell’arcata antagonista.
Ripeti una volta al dì, preferibilmente la sera, dopo aver lavato i denti con lo spazzolino, e completa utilizzando un colluttorio.

igieneORALE01_18Non è poi così difficile come sembra, basta solo un pò di allenamento! Un escamotage per i più pigri o per i più imbranati è la forcella interdentale: si tratta di un particolarissimo strumento di plastica a forma di Y, estremamente comodo e semplice da utilizzare. Il filo interdentale, già tagliato e pronto all’uso, è montato orizzontalmente sulle due astine : basta inserirlo nella zona interprossimale e voilà il gioco è fatto!

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter