Mafia, favorì la latitanza del sodale Scu: arrestato in aeroporto dopo giorni di irreperibilità

CarpeDiem_XMAS

Luigi Martina
Luigi Martina

Questa mattina, all’interno dell’aeroporto di Bari, i carabinieri del comando provinciale di Brindisi hanno tratto in arresto Luigi Martina, alias “Gino”, di 55 anni. Di lui non si avevano più notizie da quando il 25 novembre scorso, il gip del tribunale di Lecce ne ha disposto l’arresto con l’accusa di aver favorito la latitanza dell’affiliato alla Scu Gennaro Solito, condannato in via definitiva a 14 anni di reclusione. Martina, proprietario di un alberto a Mesagne, si è consegnato questa mattina ai militari non appena rientrato in Italia dalla Romania. E’ accusato di aver fornito al Solito indicazioni, informazioni e documenti, per aiutarlo nel corso della sua latitanza.


Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter