Francavilla, il consigliere Camarda soddisfatto: «Meno soldi allo Sprar, l’ispezione deve proseguire»

antonio-camarda
Antonio Camarda

Si riceve e pubblica:

Rileviamo con profonda soddisfazione che l’Ufficio Servizi Sociali responsabile del controllo sulla gestione del Servizio SPRAR di accoglienza sociale dei richiedenti asilo, affidato al Consorzio Nuvola, ha rivisto in diminuzione nella rilevante misura di un terzo, il programma di spese per l ‘anno 2014 del predetto Servizio.

Ciò comporta la corrispondente diminuzione del contributo del Ministero dell’ Interno che il Comune dovrà da qui a poco rendicontare e della quota di compartecipazione del Comune che scende da 60.0000 € a 40.000 € circa.

Prosegue, quindi, il sindacato ispettivo con ancora maggiore vigore stigmatizzando il tentativo, posto in essere dal consigliere comunale Curto, di ostacolarlo in una condizione di conflitto di interesse politico laddove il direttore dello SPRAR è stato candidato con una lista a sostegno del candidato sindaco Domenico Attanasi.

Pertanto il consigliere comunale Camarda chiederà alla commissione competente di riprendere il sindacato ispettivo anche presso la Struttura, che è un servizio comunale, garantendo la privacy degli utenti.

Inoltre si invita il dirigente dei Servizi Sociali a svolgere una prerendicontazione periodica mensile dall’Ente concessionario, al fine di scongiurare eventuali addebiti da parte del Ministero degli Interni che resterebbero a carico del Comune poiché perverrebbero dopo la conclusione del servizio.

Il consigliere Camarda ribadisce una volta per tutte, anche a chi nella maggioranza aveva dubbi, che non si tratta di una “partita di giro” e che, qui, non è in ballo la xenofobia contro gli extracomunitari ma di evitare, come accaduto nella Capitale, che si faccia speculazione sui bisognosi: il che sarebbe peggio.

Il consigliere comunale del Movimento civico “Noi ci siamo”
Dott. Antonio Camarda

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter