Disastro aereo di Albacete, stazionario il maresciallo Romata: novità sulla dinamica dell’incidente


Giuseppe Romata, il maresciallo di Francavilla Fontana rimasto ferito nell'incidente aereo
Giuseppe Romata, il maresciallo di Francavilla Fontana rimasto ferito nell’incidente aereo

Sono ancora serie, ma non hanno subito peggioramenti nella giornata di oggi, le condizioni del maresciallo dell’Aeronautica Giuseppe Romata, 33enne originario di Francavilla Fontana, rimasto coinvolto nel disastro aereo dell’altro ieri ancora ad Albacete, in Spagna, dove un F16 greco si è schiantato al suolo poco dopo il decollo durante un’esercitazione nell’ambito del “Tactical leadership programme” sotto l’egida della Nato.

L’aviere francavillese è il più grave dei 13 feriti italiani ed è stato già sottoposto a un delicato intervento chirurgico per ridurre in qualche modo le ustioni riportate sul 60 per cento del suo corpo. Romata si trova tuttora ricoverato, con riserva della prognosi, presso l’ospedale “La Paz” di Madrid. Lì l’hanno raggiunto i genitori Alfonso, ex dipendente comunale, e Anna Maria Cito, oltre alle sorelle Silvia e Antonella e alla compagna Deborah Santi.

Intanto, a 48 ore dalla sciagura, si apprendono ulteriori particolari sulla dinamica dell’incidente: pare che il militare di Francavilla, in forza al Terzo reparto manutenzione velivoli di Treviso, si trovasse sulla scaletta di un aereo parcheggiato sulla pista della base Nato di Los Llanos quando è stato travolto prima dall’onda d’urto, poi dalle fiammate conseguite allo schianto del caccia militare greco precipitato, nel pomeriggio di lunedì, pochi minuti dopo aver preso il volo.

A quel punto, mentre era al lavoro e nell’impossibilità di mettersi al riparo, Romata avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe cascato fratturandosi la caviglia. Nel frattempo, la sua tuta avrebbe preso fuoco, procurandogli le ustioni con le quali è tuttora alle prese.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti
Il ministro della Difesa Roberta Pinotti

Sedato, il maresciallo – molto conosciuto e benvoluto nel suo paese natio, Francavilla – non è ancora cosciente. Tuttavia, la sua età abbinata alla sua sana e robusta costituzione potrebbero agevolare i tempi di recupero, nonostante il personale medico madrileno non voglia e non possa sbilanciarsi su tempi e possibilità della ripresa.

La Città degli Imperiali e lo stesso Stato italiano fanno il tifo per Giuseppe. Se il sindaco di Francavilla, Maurizio Bruno, e gli altri amministratori hanno espresso vicinanza al maresciallo Romata e ai suoi familiari, il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha annunciato un’imminente visita al suo capezzale per sincerarsi in prima persona delle sue condizioni di salute.

Eliseo Zanzarelli

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter