Francavilla, Bungaro all’attacco dell’assessore Trisolino: “Strumentalizza i Servizi sociali, noi facevamo in silenzio perché i sogni dei bimbi disabili non si comprano”

GibaG_Banner 500x250Lo Strillone

Si riceve e pubblica:

Mimmo Bungaro
Mimmo Bungaro

È veramente triste e malinconico leggere certi comunicati stampa da parte di alcuni esponenti dell’attuale maggioranza e dell’assessore ai servizi sociali Trisolino che non perde occasione per strumentalizzare argomenti sensibili come quelli riguardanti la disabilità.

Ma entrando nei dettagli dell’argomento in questione, l’attuale amministrazione, rappresentata dal suo “dinamico” assessore ai Servizi sociali e supportata da qualche giovane fiancheggiatore ( loro se la suonano e se la cantano ), ha messo in evidenza un progetto sull’ippoterapia, lodevole, come se fosse una novità.

Ricordo a qualche giovane politico, che avrebbe fatto bene spiegare con parole sue il significato della parola “integrazione” senza ricorrere ad uno dei dizionari italiani, che tale iniziativa è stata già programmata e realizzata, direttamente, in più di qualche occasione dalla passata amministrazione e precisamente dall’Assessorato ai Servizi sociali, da me coordinato, e dall’assessorato alle Attività produttive, rappresentato dal collega di giunta Antonio Andrisano.

Tutto ciò, senza “autoproclamazioni” considerato, inoltre, che l’attuale è un progetto scolastico e solo patrocinato dall’amministrazione comunale.

Quindi, l’ assessore ai Servizi sociali Trisolino avrebbe fatto bene a riferire su tale progetto senza appropriarsene direttamente e soprattutto non “provocare” differenziazioni con la passata amministrazione strumentalizzando un argomento così delicato perché, caro Assessore ai servizi sociali Trisolino, “I sogni dei bambini diversamente abili non si comprano!”

Mimmo Bungaro (consigliere comunale F.I.)

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter