Francavilla, il consigliere Andrisano: «Il Comune chiede il Durc agli avvocati? Se fosse vero, sarebbe grave e duplicherebbe i costi per l’ente». D’accordo anche Attanasi

GibaG_Banner 500x250Lo Strillone

Si riceve e pubblica:

andrisano
Antonio Andrisano

Ho presentato apposita interrogazione alla cortese attenzione del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale, dell’Assessore alla Finanze e dell’Assessore al Contenzioso al fine di avere chiarimenti in merito alle attuali metodologie seguite dagli Uffici competenti in sede di liquidazione dei compensi maturati in favore degli avvocati.

In particolare, nel corso di queste ultime settimane, alcuni avvocati francavillesi mi hanno segnalato che il comune, nonostante la liquidazione in sentenza di spese e competenze in favore del procuratore, prima di procedere al relativo pagamento delle relative spese legali ha richiesto una certificazione ai predetti professionisti attestante la loro regolarità contributiva (d.u.r.c.).

Ebbene nulla quaestio qualora si trattasse di legali fiduciari dell’Ente che ricevono l’incarico proprio per tutelare le ragioni ed i diritti del nostro Comune mi viene, invece, segnalato che si starebbe seguendo tale iter anche nei confronti degli avvocati che hanno assistito la controparte nel corso di un giudizio instaurato contro il comune e nonostante gli stessi vantino un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria che prevede la condanna dell’ente convenuto al pagamento delle spese di lite.
A questo punto ho ritenuto doveroso sapere e richiedere se il comune di Francavilla F.na stia effettivamente assumendo tale posizione e seguendo tale iter ed, eventualmente, in virtù di quale norma di legge.

Ho chiesto altresì di conoscere se l’Amministrazione Comunale abbia concretamente valutato le conseguenze negative per le casse comunali con ulteriori e maggiori esborsi e spese che deriveranno, poi, dalla messa in esecuzione del titolo giudiziale in danno dell’Ente.

Comunicato stampa di Antonio Andrisano – Forza Italia

D’accordo con il collega, di professione e in Consiglio comunale, anche Domenico Attanasi, che sul suo profilo fb asseconda Andrisano in questo modo:

L'avvocato Domenico Attanasi
Domenico Attanasi

«Cassa Forense è un ente previdenziale privato, benché eserciti funzioni pubbliche (cfr. Cons. Stato, Sez. VI, 1 ottobre 2014, n. 4882, in vertenza relativa alla Cassa dei ragionieri e periti commerciali). Mi sembra pertanto del tutto infondata la posizione degli uffici finanziari del comune di Francavilla Fontana che, stando a quanto riferito da alcuni colleghi, si rifiuterebbero di corrispondere gli onorari agli avvocati (sia dello stesso ente che delle controparti) che non esibiscono il cosiddetto DURC. Bene ha fatto dunque il consigliere Antonio Andrisano a sollevare la questione. Mi permetto di aggiungere che il protrarsi di tale situazione sta esponendo l’Ente ad una duplicazione di contenziosi ed aggravi di costi».

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter