Francavilla, processo farmacie: sfilano davanti al giudice tre testi e un imputato

GibaG_Banner 500x250Lo Strillone

Si è celebrata questa mattina la seconda udienza del processo nuove farmacie a Francavilla Fontana, un processo che coinvolge metà dell’ex Consiglio comunale, l’ex sindaco Vincenzo della Corte e il presidente dell’Ordine dei farmacisti di Brindisi – titolare di un’attività nella Città degli Imperiali – Gabriele Rampino: oggi sono stati ascoltati tre testi dell’accusa e un imputato che ha chiesto di essere interrogato.

Il pubblico ministero Valeria Farina Valaori, titolare del fascicolo d’inchiesta, ha in particolare escusso il maresciallo Eupremio De Paola, del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Brindisi, il segretario dell’Ordine dei farmacisti Francesco De Tommaso, l’avvocato Luigi Galiano (all’epoca dei fatti consigliere comunale di opposizione che, insieme con il collega Mario Filomeno, denunciò politicamente la questione) e infine, in qualità d’imputato, l’ex onorevole, oggi commissario regionale di Forza Italia, Luigi Vitali. Quest’ultimo ha chiesto sua sponte di essere ascoltato.

Un’udienza interlocutoria, quella odierna, cui hanno assistito le parti civili, i farmacisti Francesco Cannalire (assistito dall’avvocato Cosimo Lodeserto) e Maria Teresa Bungaro (assistita dall’avvocato Francesco Bianco), i quali hanno avanzato una richiesta di risarcimento per il presunto danno subito pari a un milione e 600mila euro.

Approfondimenti cliccando qui.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter