Storica cerimonia dopo 70 anni per il 25 aprile a Francavilla, ma vi ha partecipato una minoranza della maggioranza – ecco i presenti

giba new 2

strillone-A-Vincenti

25 aprile 2015 francavilla 1

L’appuntamento era di quelli storici, molto significativo soprattutto sotto il profilo ideologico: la prima cerimonia ufficiale dopo 70 anni, organizzata nientemeno dal Comune, per celebrare il 25 Aprile. Con tanto di messa nella chiesa del cimitero che ha fatto storcere il naso a qualcuno, tanto che alla vigilia il Mab ha allestito un sit-in nei pressi del Monumento ai Caduti.

Da lodare la commemorazione, ancorché contornata dal rito religioso, secondo Antonio De Franco in quanto pur sempre un inizio. Soltanto che, stando a quanto racconta – o, se si preferisce, lamenta – lo stesso esponente del Movimento Noi Ci Siamo, vi ha preso parte una minoranza della stessa maggioranza di centrosinistra che dallo scorso anno amministra la Città degli Imperiali.

Non è una critica campata per aria, la sua, dato che si è preso la briga di annotare tutti i presenti e, implicitamente, anche gli assenti.

Ed ecco, dunque, chi c’era e merita – sempre a parere di De Franco – un particolare plauso:

Amministratori, componenti di giunta:

Maurizio Bruno, sindaco (Partito Democratico);
Gerardo Trisolino, vice-sindaco con delega assessorile (Sinistra Ecologia Libertà);
Anna Maria Padula, assessore comunale (Pd).

Amministratori, componenti del Consiglio comunale:

Maria Passaro, consigliere e presidente del consiglio comunale (Sel);
Alfonso Andriulo, consigliere comunale (Pd);
Cosimo (detto Mimmo) Bungaro, consigliere comunale (Forza Italia);
Marcello Cafueri, consigliere comunale (Pd);
Antonio Camarda, consigliere comunale (Noi Ci Siamo);
Cosima (detta Mimma) Forleo, consigliere comunale (Pd);
Emanuele Modugno, consigliere comunale (Partito della Rifondazione Comunista);

Responsabili politici:

Segretario del circolo comunale Pd, Marcello Cafueri;
Segretario provinciale Prc, Emanuele Modugno.

In totale:
Giunta: 3 su 7;
Consiglio comunale: 8 su 26 (compreso il sindaco, che fa parte del Consiglio);
Partiti e movimenti politici: 4 su 9;

«C’è ancora molto lavoro da fare – chiosa De Franco – anche se quello che è stato fatto infonde comunque coraggio e ottimismo per il futuro».

pubblicità lo strillone

5 aprile francavilla 2015 2
De Franco durante il sit-in da lui organizzato nei pressi del Monumento ai Caduti

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter