“ItaliaChef2015”, trionfa la Med Cooking School e c’è anche un francavillese

Giba 6x3_ lo strillone

strillone-A-Vincenti

 

Si è tenuto lo scorso 28 aprile presso l’istituto di Saint-Ghislain, in Belgio, il concorso internazionale “ItaliaChef2015”: 6 scuole di cucina partecipanti, delle quali quattro belghe e due italiane, accuratamente selezionate dall’ideatore dell’evento, ossia il noto chef belga di origini pugliesi Renato Carati.

Una delle squadre azzurre era quella della Med Cooking School di Ceglie Messapica, guidata dallo chef Antimo Savese e composta anche dagli allievi Francesco Vitale, di Francavilla, e Daniela Palazzo, di Cisternino. L’altra italiana era in rappresentanza dell’alberghiero “Giolitti” di Torino.

Ad aggiudicarsi il premio finale è stata proprio la Med di Ceglie, che ha preparato cinque portate impiegando esclusivamente prodotti made in Puglia.

Sul podio anche l’istituto di Saint-Ghislain, classificatosi secondo, e poi proprio i torinesi.

Tutti i piatti realizzati dalle 6 squadre sono stati esaminati e quindi votati da due giurie: la prima, che rappresentava il 40 per cento del voto finale, era composta da 24 commensali VIP tra cui Elio Di Rupo, ex primo ministro Belga; la seconda era invece  una giuria tecnica composta da chef “stellati” internazionali come Giovanni Bruno, Sang Deigembre, Eric Fernez, Benoit Neusy, Claudio Vicina e il Maitre Patissierre Pierre Marcolini, a rappresentare il 60 per cento della valutazione finale.

Un grande traguardo, questo, per la Med Cooking che ad appena un anno dall’inaugurazione dimostra l’altissima preparazione dei propri docenti e dei propri allievi.

med cooking school cucina chef
Francesco Vitale, Renato Carati, Antimo Savese, Daniela Palazzo

 



Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter