Stasera gran finale in piazza ad Oria per il tour “Il silenzio è dolo” con Ligabue e l’associazione antiracket-antimafia

Giba 6x3_ lo strillone

strillone-A-Vincenti

Si concluderà questa sera, a partire dalle 22, con il gran finale in piazza Manfredi ad Oria il tour “Il silenzio è dolo”, che dal primo maggio vede impegnati Othelloman, Marco Ligabue, Lello Analfino, l’Associazione Antiracket Antimafia presieduta da Paride Margheriti, la testimone di giustizia Valeria Grasso e il presidente dell’Associazione Verità Ismaele La Vardera.

Un giro lungo, impegnativo e anche faticoso questo per loro, che però hanno sparso per l’intera provincia di Brindisi e per l’Italia il seme della legalità e la necessità di non starsene in un angolo muti e omertosi.

Un giro cominciato per l’appunto con il concertone del primo maggio a Taranto, dov’è stato da loro tenuto un intervento contro le mafie ed è poi proseguito, nella stessa giornata, al Medieval Gastro Pub di Oria.

Giornate piene anche le successive. Il 2 maggio presso la Galleria Aucan nell’open space di “Ciccio Riccio” e poi anche al Palazzo Ducale di Erchie per la presentazione del libro “Le piccole cose fanno la differenza” di La Vardera, alla Suite 77 di Francavilla Fontana e infine al Civico 13 di Torre Santa Susanna.

Il 3 maggio prima a Radio Punto Sud (Oria), poi al bar “Il Piacere” sempre ad Oria e per finire allo Sugar American Bar di Erchie.

All’indomani: teatro Italia di Francavilla Fontana con gli studenti del Classico “Vincenzo Lilla”, poi presso la sede dell’Associazione Antiracket Antimafia ad Oria in collegamento con “La vita in diretta” (Rai 1), ancora presso il Feltrinelli Point di Brindisi, infine alle Officine Culturali Ergot di Lecce.

Oggi, invece, alle 10 conferenza stampa a Palazzo Nervegna (Brindisi), alle 18 aula consiliare di Villa Castelli, alle 21 grande chiusura ad Oria in piazza Manfredi con il concerto di chiusura di questo pienissimo ma entusiasmante “Il silenzio è dolo” tour.

 

gianluca schifone
Propaganda elettorale. Committente responsabile: il candidato

 

Propaganda elettorale. Committente il candidato
Propaganda elettorale. Committente il candidato

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter