Borsellino: a 23 anni da via D’Amelio, il ricordo dell’antiracket-antimafia e la solidarietà a Lucia, figlia di Paolo

falcone borsellino

Si riceve e pubblica:

In seguito a notizie giornalistiche secondo le quali nel corso di una telefonata intercettata tra il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta e il dott. Matteo Tutino (medico personale) il quale, riferendosi a Lucia Borsellino, avrebbe detto “Va fatta fuori come suo padre!”, Paride Margheriti, presidente dell’Associazione Antiracket – Antimafia esprime la propria solidarietà a Lucia e all’intera famiglia Borsellino per la gravità delle parole pronunciate.

L’accaduto tocca particolarmente tutti i nostri associati, ci sprona, ma nel contempo evidenzia quella zona grigia di cui fanno parte uomini non organici all’apparato mafioso, ma che assumo comunque atteggiamenti mafiosi.

Avendo già conosciuto personalmente Rita Borsellino, sorella del magistrato trucidato da Cosa Nostra, e avendo avuto l’onore di ospitarla nella nostra provincia che ha saputo apprezzarla per le sue qualità e per il suo nobile impegno a combattere per la legalità e la giustizia dopo la morte del fratello, alla vigilia del 23esimo anniversario di quella morte orribile non possiamo non prendere posizione.

Quanti oggi, dal mondo della politica e della cultura manifestano la propria solidarietà alla famiglia Borsellino, chiedano che si faccia piena luce sull’intera vicenda, ma gli stessi solidarietà e impegno che oggi vengono profusi da ogni parte siano anche rivolti verso chi ancora ha il coraggio di lottare contro le mafie e verso chi come, Nino Di Matteo, è impegnato nel far luce su anni di storia oscuri con il processo sulla trattativa Stato-Mafia.

Era in programma per domani un’iniziativa in ricordo di Paolo organizzata dalla nostra associazione, ma abbiamo deciso di annullarla condividendo le parole di Manfredi Borsellino: ricorderemo Paolo nella nostra azione quotidiana rivolgendoci ai giovani e lavorando per una rivoluzione culturale in grado di combattere le mafie affiancata all’azione giudiziaria, che sarebbe sterile o fine a se stessa senza un cambio di mentalità sociale.

Paolo Borsellino era questo è così lo vogliamo ricordare.

Paride Margheriti

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter