Francavilla, la precisazione: «Il bimbo non era fuggito, lo accompagnavamo al parco»

11811424_10207381531685113_1531863589605876903_n
caffè del corso

Dopo l’articolo con quale raccontavamo della “fuga” di un bimbo da un centro estivo di Francavilla Fontana, un’educatrice di quel centro a gestione privata tiene a precisare che non si è trattato propriamente di una fuga, ma di una passeggiata sotto l’attento controllo delle operatrici, tra le quali anche un’assistente sociale.

«Quel bimbo è particolarmente vivace – spiega l’educatrice – e, siccome si era un po’ agitato, cose che sono all’ordine del giorno, ieri abbiamo deciso di accontentarlo e di accompagnarlo nel parchetto alle spalle della chiesa di San Lorenzo: nessuna fuga, dunque, ma soltanto un’attività di routine da parte nostra come già accaduto tante altre volte».

«Può succedere che poi, mentre si cammina, un bimbo scatti in avanti, ma è bene precisare anche che si era in area pedonale, quindi non esisteva alcun rischio che fosse investito: chi ha notato quella scena ha di sicuro frainteso la situazione, ma sarebbe stato sufficiente chiedere direttamente a noi poiché non c’era alcun mistero su quanto stava accadendo…», conclude.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter