San Pietro in Bevagna, strade allagate dopo il temporale. Auto sommerse / Video e foto

al mio negozio new

caffè del corso nuovo

IMG_1877

In via dei Pittospori, non lontano da chiesetta e pineta, si è persino reso necessario l’intervento del soccorso speleologico per tirare fuori le auto dal micidiale mix di acqua e fango seguito alla bomba d’acqua che ieri, intorno alle 14, ha sferzato e messo in ginocchio San Pietro in Bevagna, nota località balneare lungo la marina di Manduria presa comunque d’assalto da una marea di gente per il ponte di Ferragosto.
I vigili del fuoco in forza al distaccamento manduriano hanno dovuto faticare non poco e mettere in azione diverse pompe idrovore per convogliare l’acqua dalla sede stradale negli appositi tombini per il deflusso delle stesse.

Straordinari anche per gli agenti della polizia municipale, impegnati a dirigere e dirottare il traffico verso aree percorribili e risparmiate dalla violenza dell’acquazzone. Sul posto, preoccupato per l’accaduto, pure il sindaco Roberto Massafra.
La strada principale che attraversa il centro abitato è stata, come spesso accade, intasata e chiusa alla circolazione all’altezza del Campo dei Messapi, in direzione Borraco.
Ora, quasi cessata l’emergenza provocata da un “semplice” temporale estivo, è cominciata la conta dei danni, che non sono pochi. Intere abitazioni, oltre alle auto, sommerse e villeggiatura seriamente compromessa.

Con l’annoso e ormai endemico spettro della cementificazione spinta, e mai risolta, ad affacciarsi sui musi lunghi e l’isteria comprensibile dei villeggianti. Un’ora appena di pioggia, una vacanza totalmente rovinata.

Clicca qui per vedere il video

IMG_1882

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter