Francavilla, Noi ci siamo: «Camarda non ci rappresenta, ridicolo il suo ok al bilancio»

11811424_10207381531685113_1531863589605876903_n
11873482_1043760599003497_6268235234497059456_n

Bei tempi: da sinistra, Camarda, Bruno, Ciracì, Di Gaetano
Bei tempi: da sinistra, Camarda, Bruno, Ciracì, Di Gaetano

Si riceve e pubblica:

Il movimento politico culturale “Noi ci siamo”, rappresentato dal segretario cittadino Salvo Di Gaetano, non riconoscendosi più nel Consigliere Antonio Camarda che, dai tempi della spaccatura del movimento, ormai viaggia da solo con il suo gruppo di amici – nonostante si firmi ancora quale portavoce – vuole esprimere ed evidenziare, ancora una volta la sua estraneità al suo intervento fatto nel corso del consiglio comunale sul Bilancio.

Un intervento che, a causa delle pesanti perplessità sollevate su una quantità significativa di punti, è sembrato tipico di una opposizione pregiudiziale nonostante il ridicolo finale di un voto a favore. Come si dice in questi casi, se non si ha competenza in materia è meglio tacere. Si tiene a precisare che il movimento Civico Noi ci siamo difende il bilancio e sottolinea come l’amministrazione di Maurizo Bruno, nonostante i tagli del governo nazionale , sia riuscita a non aumentare le tasse.

Solo la Tari avrà un aumento del 15 per cento. Dalla relazione accurata dell’assessore al bilancio Maria Rizzo si è capito con esattezza il perché di questo aumento, lasciando invariati gli altri tributi. Aumento dovuto non alle scelte dell’amministrazione Bruno ma all’operato delle vecchie amministrazioni. Alla luce di quanto detto, si precisa che l’intervento del Consigliere Camarda in consiglio comunale del 19/08/2015 non poteva rimanere senza risposta dall’unico e vero movimento civico Noi ci siamo e si ringrazia l’amministrazione Bruno per l’ottimo lavoro.

Coordinamento Urp Movimento politico Noi ci siamo

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter