Con in casa quasi tre quintali di esplosivo: arrestato un 70enne

finanza sequestro esplosivo

Se ci fosse stata un’esplosione, sarebbero stati guai. Un 70enne di San Donaci è stato arrestato ieri (venerdì 18 settembre) dai militari della Guardia di finanza di San Pietro Vernotico poiché in casa sua sono stati trovati quasi tre quintali di polvere da sparo, per la precisione 278,80 chili. Cosa se ne faceva? Semplice: ricaricava e vendeva illegalmente ai cacciatori le cartucce per i loro fucili.

Stando agli accertamenti delle fiamme gialle, l’anziano si era approvvigionato della merce nel tempo in un’armeria del Brindisino pure senza avere con sé alcun documento di acquisto o di altro tipo. Inoltre, non aveva alcuna alcuna autorizzazione a detenere in casa sua, nel centro di San Donaci, e a rivendere quell’esplosivo.

Il luogo in cui la polvere da sparo era stipata non era idoneo alla sua conservazione e privo di sistema antincendio, di qui l’alta pericolosità per l’incolumità pubblica. Il 70enne, in regime di domiciliari, sarà chiamato a rispondere di detenzione illecita di esplosivi, mentre altre due persone sono state denunciate a piede libero per lo stesso reato. Di circa 15mila euro il valore della sostanza sequestrata.

 

locandina banner asco somministrazione

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter