Dopo l’attentato di Parigi rafforzati i controlli anche a Brindisi e provincia

Aeroporto del Salento
Aeroporto del Salento

Dopo l’attentato di Parigi, anche Brindisi e in provincia sono stati potenziati i controlli anti-terroristici. Un occhio di riguardo da parte delle forze dell’ordine riguarda in primis le strutture strategiche quali aeroporto, porto, stazioni ferroviarie, principali luoghi di culto e di aggregazione sociale. Ciò, in attesa di ricevere precise istruzioni da Roma, dov’è in corso la riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. La posizione del capoluogo adriatico è, come noto, particolarmente delicata. Se il concetto di Porta d’Oriente evoca soprattutto un concetto positivo di natura culturale, è anche vero che in un momento di allarme internazionale come quello attuale può anche essere un motivo di maggiore vulnerabilità. La soglia d’attenzione con particolare riferimento alle frontiere è stata già innalzata autonomamente, insomma, anche se le cose potrebbero cambiare ancora nei prossimi giorni. Non risulterebbero, al momento, minacce concrete di attentati in Italia, tuttavia intelligence e responsabili della sicurezza nazionale sono strenuamente al lavoro per scongiurare qualsiasi rischio.

locandina banner asco somministrazione

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter