Colpì con uno schiaffo il rivale, che poi morì: in carcere 74enne

carabinieri

Anche se non voleva, ne causò la morte: è stato condannato per omicidio preterintenzionale il 74enne Domenico Giannoccaro, di Fasano, che il 26 giugno 2013 colpì con uno schiaffo in pieno volto il 75enne concittadino Vito Trisciuzzi a seguito di un accesso diverbio scaturito da futili motivi. Il 75enne stramazzo al suolo e morì a seguito della caduta. Giannoccaro dovrà scontare una pena definitiva pari a quattro anni, un mese e cinque giorni di reclusione ed è stato quindi accompagnato nel carcere di Brindisi dai carabinieri della stazione di Fasano, che hanno eseguito un ordine di esecuzione emesso dalla Procura generale presso la Corte d’Appello di Lecce.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter