Gli auguri del sindaco Bruno: «Cosa ci attende nel 2016, ecco i botti che mi piacciono»

Il sindaco di Francavilla Maurizio Bruno
Il sindaco di Francavilla Maurizio Bruno

Qui di seguito gli auguri di buon anno del sindaco di Francavilla Fontana Maurizio Bruno:

Nei giorni scorsi ho detto che il 2016 sarebbe stato per Francavilla un anno di svolta. “Un anno di svolta” si dice spesso in politica. E spesso restano solo parole. Per questo ho aspettato il 31 dicembre prima di parlare, per questo ho aspettato che i progetti diventassero tutti esecutivi. Per non raccontarvi “chiacchiere” ed elencare solo buone intenzioni.

Quelli che seguono, quindi, non sono annunci. Sono fatti. E sono fatti che certi “politici” conoscono, e temono. Per questo, soprattutto in questo mese, hanno cercato in ogni modo di farci vacillare. Il vecchio sistema di potere ha tentato l’ultimo colpo di coda per cercare di riprendersi Francavilla, di strapparla nuovamente dalle mani dei cittadini. Con l’aiuto, quasi determinante, di qualcuno che evidentemente preferisce la rivoluzione urlata a quella realmente combattuta sul campo. Non vi parlerò del Palazzetto o del “nuovo” stadio: quelli saranno ultimati in pochi mesi, e non voglio ripetermi. C’è tanto altro da raccontare.

Vi parlerò invece di questo dicembre, di quello che abbiamo varato in queste settimane. E che vedrà la luce nei prossimi mesi. Quindi cominciamo, e scusatemi se ci sarà tanto da leggere. Ma ne vale la pena.
In meno di un mese, soprattutto grazie al lavoro di quegli uffici e di quei dirigenti che qualcuno ha accusato di incapacità e inefficienza, abbiamo sbloccato 2 milioni e 900 mila euro, abbiamo deciso dove investirli, abbiamo avviato le gare d’appalto e in tre settimane le abbiamo chiuse affidando i lavori alle ditte vincitrici.

Grazie a questo impegno nel 2016:
– saranno completamente rimesse a nuovo oltre 40 strade
– Sarà interamente riqualificato Viale Lilla portando, tra gli altri interventi, tutte le aiuole a piano
– Saranno sostituiti i pali della pubblica illuminazione in via Refice, via Gorizia, via Grottaglie, via Ugo La Malfa, via Fabio Filzi, via Bilotta, via Zullino e via Distante
– saranno realizzate le opere di urbanizzazione primaria di fogna bianca davanti a Castello Imperiali per eliminare l’accumulo di acqua nei giorni di pioggia
– saranno realizzati gli impianti di illuminazione delle lampade votive nel primo, nel quinto e nel nono lotto del cimitero comunale
– Saranno sistemate le aree esterne al Macello

E non solo, c’è una grande novità. La scorsa settimana abbiano definitivamente affidato i lavori da 147mila euro per la realizzazione di ben 16 punti di raccolta differenziata nel nostro Comune. Saranno 16 punti ecologici dotati di colonnine computerizzate dove il cittadino, munito di apposita tessera identificativa con lettura a microprocessore o magnetica (ne saranno prodotte 16.500), potrà conferire i rifiuti nei 10 contenitori da 80 litri ciascuno che lì troverà. Le colonnine saranno a prova di vandalo e dotate di computer, lettura elettronica dei tesserini, pesa, stampante e memorizzazione locale e invio telematico dei dati.
Ma non basta. Sempre in questo mese abbiamo vinto il bando indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione ottenendo dai 7 ai 9mila euro a scuola per 13 scuole, con i quali finanzieremo indagini diagnostiche degli edifici per garantire massima sicurezza ai nostri figli.

E per rimanere in tema di sicurezza dei nostri ragazzi: per ben 9 scuole abbiamo stanziato decine di migliaia di euro, avviato le gare e già affidato i lavori alle ditte vincitrici, affinché siano sostituiti tutti i vecchi e pericolosi infissi.

Per spalancare le porte del Comune abbiamo poi avviato, deliberato e regolamentato la pagina Facebook istituzionale che in pochi giorni ha già raccolto oltre 1.500 fan e che i cittadini possono utilizzare per conoscere quello che l’Amministrazione sta facendo, e segnalare quello che non va.

E sempre con l’obbiettivo di fare del vecchio Comune una casa di vetro, una casa dei cittadini e non più dei politici, per la prima volta, abbiamo varato la “Carta dei servizi”. E’ una “mappa”, un libretto delle istruzioni di 138 pagine che abbiamo approvato per tutti i cittadini affinché non si perdano mai più tra i meandri della burocrazia. Per ogni esigenza basterà accedere alla Carta dei servizi: lì troverete i nomi e i cognomi dei funzionari a cui rivolgervi, dove e quando trovarli, gli indirizzi, gli orari, i recapiti telefonici e le email; troverete riportati tempi, costi e modi per la compilazione di una richiesta, per il pagamento di una tassa, per il rilascio di un’autorizzazione, per qualsiasi cosa.

E ancora. Sempre la scorsa settimana abbiamo posto la parola fine alla discrezionalità che vigeva nel Comune nello stabilire le posizioni organizzative. Grazie a questo regolamento non andrà avanti chi ha le migliori amicizie, ma solo chi otterrà i migliori risultati, chi lo meriterà. E sempre per seguire la stella polare della meritocrazia abbiamo varato un nuovo regolamento sulla valutazione dei funzionari del Comune che non sarà più fatta valutando ed eventualmente premiando gli interi uffici, ma gli individui, singolarmente, oggettivamente.

Ecco. Questo è quello che la mia giunta ha deciso, votato e gli uffici attuato in questo mese. E questo è ciò che qualcuno ha cercato di fermare. Stiamo combattendo una dura battaglia per cambiare Francavilla. Cercheranno in ogni modo di impedircelo. Ma so che loro non hanno e non avranno un alleato che io ho. I cittadini. Finché avrò voi al mio fianco non mi piegherò davanti a niente e nessuno.
A tutti voi auguro quindi un felice e sereno 2016. Cambieremo insieme questa città.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter