Compì una rapina all’Ispettorato del lavoro: preso 41enne

ispettorato-del-lavoro-brindisi

Il primo ottobre 2015 si era introdotto nei locali dell’Ispettorato del lavoro in via Appia, a Brindisi, e con la scusa di fare propaganda religiosa, aveva poi cominciato a impossessarsi di diversi oggetti lasciati incustoditi dai dipendenti nei vari uffici. Aveva atteso che un’impiegata si allontanasse temporaneamente dalla sua postazione per appropriarsi della borsa riposta in un armadietto. L’improvviso ritorno della donna, però, l’aveva costretto a usarle violenza – spintonandola – per assicurarsi la fuga. Dopo mesi di accurate indagini – partite dal ritrovamento di oggetti smarriti dal rapinatore, come una ricevuta Sisal e un’agendina – i carabinieri in forza al Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi sono riusciti a risalire all’identità di Giuseppe Orlando, 41enne di Taranto, nei cui confronti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Brindisi dietro richiesta della Procura. Orlando, riconosciuto dalla vittima e da un suo collega, è stato quindi accompagnato nel carcere di Taranto.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter