Primo istituto comprensivo di Francavilla e fondazione Femor insieme per il Congo

IMG_0428 [1600x1200]

Il primo Istituto Comprensivo ha attivato una collaborazione con FEMOR, Fondazione per Educazione e Management in Ortopedia, che svolge attività di cooperazione internazionale finalizzate alla formazione e al supporto tecnico presso strutture sanitarie nei paesi in via di sviluppo, in particolare presso la Repubblica Democratica del Congo.

La collaborazione fra l’Istituto e la Fondazione, che ha avuto come referente il prof. Carlo Filotico, si è articolata principalmente in due incontri di formazione, riservati alle classi Terze della Scuola Secondaria di I Grado; agli incontri di formazione è stata inoltre abbinata una piccola iniziativa di supporto alle attività di raccolta fondi promosse dalla Fondazione.

  • Nel primo incontro (1-2 dicembre 2015) la D.ssa Barbara Musciagli, Coordinatrice FEMOR per il Congo, ha presentato agli alunni la grave situazione di povertà e carenza infrastrutturale che ha potuto conoscere nei villaggi presso cui Femor opera.
  • nel secondo incontro (18 dicembre 2015) gli alunni hanno potuto incontrare John Mpaliza, ingegnere italiano di origine congolese, fondatore della campagna “Minerali clandestini” e attivo nel promuovere attraverso conferenze in tutta l’Europa la conoscenza dei conflitti che insanguinano il Congo per il controllo delle ricchissime miniere del Paese.
  • Durante il mese di dicembre gli alunni hanno potuto acquistare i biglietti di una piccola lotteria organizzata dalla Fondazione, con in palio una piccola scultura lignea realizzata da un maestro artigiano congolese. L’estrazione del biglietto vincente ha avuto luogo alla presenza del Dirigente Scolastico, Dott. Roberto Cennoma, il 22 dicembre 2015.
DSCF0762 [1600x1200]
John Mpaliza e Barbara Musciagli

L’iniziativa ha suscitato entusiasmo negli alunni, che sono intervenuti con numerose domande per conoscere più da vicino la situazione a loro presentata. Inoltre le classi hanno messo in atto un apprezzabile sforzo per promuovere presso parenti e amici l’acquisto dei biglietti della piccola lotteria, contribuendo a condividere con le famiglie una riflessione sul senso di questa iniziativa.

«Lo spirito che ha animato il nostro lavoro – dichiara il dirigente Cennoma – è stato quello di tenere sempre al centro il bisogno formativo degli alunni, sia promuovendo una conoscenza approfondita della realtà presso la quale si cerca di intervenire, sia attraverso un’azione umanitaria che vuole essere innanzitutto esperienza di cittadinanza attiva per il soggetto in formazione. Tutto ciò vuol dire impegnarsi a considerare gli alunni sempre come destinatari e mai come strumenti di ciò che nella scuola si fa ogni giorno, collaborando con istituzioni esterne nella misura in cui ciò è coerente con gli obiettivi che la Scuola si è data in precedenza».

Informazioni sulle attività della Fondazione FEMOR si trovano presso il sito della Nuova A.S.C.O.T.I. (Associazione Sindacale Chirurghi Ortopedici Traumatologici Italiani):

http://www.nuovaascoti.it/femor/Statuto%20Femor%202007.pdf

www.nuovaascoti.it

Si veda anche: Barbara Musciagli, “Un anno di FEMOR, un anno di Congo”, Opera. Mensile della Nuova ASCOTI, anno XXV, n. 97 (novembre 2015), pagg. 9-10.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter