Rapina durante un appuntamento “al buio”: nei guai un 25enne

pistola sparo Pistola rapina gambizzazione arma sparo

I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Brindisi Giuseppe Licci su richiesta del pm Raffaele Casto, nei confronti del 25enne di Brindisi Andrea Errico, presunto autore di una rapina commessa nel capoluogo lo scorso 4 luglio ai danni di un 40enne. La vittima aveva denunciato ai militari di essere stato picchiato e minacciato con una pistola prima che alcuni sconosciuti s’impossessassero della sua auto e di suoi effetti personali. L’auto era stata poi trovata abbandonata a poche ore dai fatti. Determinante per risalire all’identità è stato però un particolare. La persona rapinata aveva nutrito subito un sospetto: pochi giorni prima aveva inserito su un sito internet un annuncio per fare nuove conoscenze ed era stato contattato da un Tizio al quale, dopo diverse insistenze, aveva fissato un appuntamento nella zona industriale di Brindisi. Una volta sul posto, però, era incappato nel pestaggio e, appunto, nella rapina. I carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi hanno quindi acquisito i tabulati telefonici e ricostruito il tutto, identificando Errico, che ora si trova in regime di arresti domiciliari.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter