Treno contro auto, si procede per omicidio colposo: indagato il macchinista, domani l’autopsia

incidente passaggio a livello via renato imperiali francavilla lo strillone morto

Sarà eseguita domani (lunedì 22 febbraio) l’autopsia sulla salma dell’80enne Arcangelo Vacca, deceduto ieri in contrada Ascoli, a Francavilla Fontana, dopo che la sua Lancia Y è stata travolta da un treno delle Ferrovie Sud Est. Il pubblico ministero titolare del fascicolo d’inchiesta, Valeria Farina Valaori, conferirà incarico nel primo pomeriggio al medico legale Antonio Carusi.

Unico indagato, per il momento, il macchinista del convoglio: un 60enne di Bari. Un atto dovuto, sottoporlo a indagini, per fare maggiore chiarezza sull’accaduto e per consentirgli di nominare un consulente di parte. L’ipotesi di reato è di omicidio colposo. L’esame autoptico servirà intanto a chiarire se il pensionato abbia per caso accusato un malore prima dell’impatto.

L’incidente si è verificato in corrispondenza di un attraversamento ferroviario a uso molto ristretto: una stradina privata conduce dal centro urbano di Francavilla (via Domenico Carella) alla villetta multifamiliare in cui Vacca abitava e che ogni giorno, da 30 anni, percorreva per rincasare. L’anziano conosceva a menadito gli orari dei convogli Sud Est che 11 volte al giorno per sei giorni a settimana attraversano Francavilla mentre percorrono la tratta Lecce-Martina Franca.

Stando alle ricostruzioni, anche ieri, intorno alle 12,30, Vacca è giunto in via Carella, è sceso dall’auto, ha aperto il cancelletto arrugginito con un’apposita chiave di cui era in possesso, se l’è richiuso alle spalle, si è rinfilato in auto ed è ripartito. Solo che a quel punto è sopraggiunto il treno At-214 delle 12,24 e l’ha travolto. Il perché è tutto da chiarire: possibile che Vacca avesse dimenticato l’orario di quel treno? O nel frattempo è successo qualcos’altro?

L’esame sul corpo dell’ex commerciante potrebbe fornire una risposta a questi interrogativi. La salma, che si trova ora nell’obitorio dell’ospedale Perrino di Brindisi, sarà restituita alla famiglia solo dopo l’autopsia. I funerali dovrebbero invece essere celebrati mercoledì pomeriggio presso la basilica minore della Città degli Imperiali.

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter