A casa sua tre scatoloni pieni di fuochi d’artificio e polvere pirica: denunciato un 58enne

botti capodanno 1

In tre scatoloni, stipati all’interno di una stanza in un fabbricato nella sua disponibilità, i poliziotti del commissariato di Ostuni, diretti dal commissario capo Gianni Albano, hanno trovato e sequestrato 25 chili di fuochi d’artificio e due chili di polvere pirica: è stato così denunciato il 58enne del posto C.G., già noto alle forze dell’ordine per via dei suoi precedenti (associazione per delinquere di stampo mafioso, ricettazione, traffico internazionale di stupefacenti, spaccio, violenza privata e maltrattamenti in famiglia). Gli agenti, in particolare, dopo aver terminato la perquisizione domiciliare a casa dell’uomo, sono stati insospettiti da un piccolo sentiero leggermente in salita che conduce in un fondo agricolo nel quale sorge un altro immobile (sempre nella proprietà del 58enne). Quando ha notato che si recavano in quel posto, C.G. ha cominciato ad agitarsi e ad accampare delle scuse, tipo: «Quello stabile è esclusivamente di un mio fratello che è fuori città con il quale non posso mettermi in contatto a causa di vecchie ruggini familiari». Dopo un po’, però, i poliziotti sono riusciti a farsi consegnare da lui le chiavi e, oltre a tovaglie, cartoni e scarti di una precedente attività nel settore della ristorazione nella titolarità del 58enne, hanno appunto trovato i tre scatoloni dal contenuto proibito, peraltro posizionati accanto a del materiale infiammabile. A quel punto non è restato che denunciare l’uomo per omessa denuncia e illecita detenzione di materiale esplodente.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter