Francavilla ricorda e celebra 25 Aprile, 1 Maggio e 2 Giugno: tutte le iniziative

locandina comune (1)In occasione delle celebrazioni per la festa della Liberazione del 25 aprile l’Amministrazione comunale di Francavilla Fontana, in collaborazione con tutti gli Istituti scolastici di secondo grado, terrà sabato 23 aprile una grande manifestazione presso il Teatro Cinema Italia dal titolo “Vittoria dell’alleanza tra popoli e culture diverse”. L’evento, assieme agli altri appuntamenti programmati dal vicesindaco Concetta Somma e dall’assessore Vincenzo Garganese, muoverà lungo l’unico solco tracciato dall’Amministrazione comunale, all’interno del quale ricadranno anche le celebrazioni del 1° maggio e del 2 giugno. Un ininterrotto filo rosso che mirerà a tenere simbolicamente annodate tra loro le tre più importanti celebrazioni che rievocano momenti della storia democratica recente d’Italia e che assieme costituiscono le sue colonne portanti: la Liberazione (25 aprile), la festa dei lavoratori (1° maggio), la nascita della Repubblica (2 giugno). Da qui la scelta di ideare un unico tema per quel filo rosso che si dipanerà nelle prossime settimane: “Nasce la Repubblica democratica italiana”.

Si parte quindi il 23 aprile con la prima grande manifestazione in programma al Teatro cinema Italia e che vedrà, quali protagonisti, gli studenti di tutti gli istituti di secondo grado francavillesi. Tema della giornata sarà il valore del rispetto delle differenze e del dialogo tra i popoli quale chiave vincente della storia, alla luce della strisciante ripresa della diffidenza e della paura nei confronti dell’altro.

manifesto mostra (1)L’incontro, coordinato dalla conduttrice di Radio Francavilla Claudia Turba, si aprirà con i saluti del sindaco Maurizio Bruno e del vicesindaco e assessore ai servizi sociali Concetta Somma. Si entrerà quindi nel vivo della “Tavola Rotonda”, i cui lavori saranno coordinati dalla dottoressa Paola Andriulo.  Interverranno l’avvocato Nicola Lonoce dello Sprar, il direttore della Caritas diocesana don Alessandro Majer, il rettore dell’Università per stranieri professore Giovanni Paciullo. Nel corso della manifestazione gli studenti dell’Ites Giovanni Calò presenteranno il progetto “Piacere Iakuba”, mentre gli alunni del secondo e terzo comprensivo doneranno ai presenti momenti di musica dal vivo. La manifestazione si concluderà con la presentazione della mostra “La donna nella Resistenza” a cura degli sutdenti dell’I.I.S.S. De Marco – Valzani. L’esposizione, a cura dei professori Giuseppe Lombardi, Francesco Scarafile, Benedetto Sorino, Eliana Vanvakinos e Annalisa Zizzo, sarà visitabile dal 23 aprile al 2 giugno all’interno di Castello Imperiali.

Il 25 aprile, alle ore 9:00, in piazza Monumento, si terrà la deposizione della corona d’alloro. Presenti i rappresentanti delle istituzioni e delle Forze Armate. La banda Giuseppe Verdi intonerà l’Inno nazionale e il Silenzio. Declamazioni di alcuni testi della Resistenza saranno letti dal consigliere comunale Giuseppe Giacovelli.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter