Sorpreso sul treno senza biglietto, aggredisce il controllore: preso dalla polizia

polizia arresto ferrovia treno

Quando il controllore gli si è avvicinato per chiedergli il biglietto, avrebbe prima cercato di far finta di nulla, poi di farsi largo tra i passeggeri e di far perdere le proprie tracce – per quanto possibile a bordo di un treno – infine, di fronte all’insistenza di quello, gli si sarebbe scagliato contro portagli le mani al collo e facendo per strangolarlo. Di esibire i documenti per beccarsi il verbale proprio non ne avrebbe voluto sapere.

Il dipendente delle Ferrovie dello Stato non ha perso la calma, ha chiamato rinforzi e, soprattutto ha messo al corrente dell’accaduto la polizia, che ha preso in consegna il viaggiatore “portoghese” – in realtà un uomo di origini africane sui 30 anni – nella stazione di Mesagne, a ridosso della quale sorge il commissariato diretto dal vice questore Rosalba Cotardo.

I fatti si sono verificati questa mattina intorno alle 9,30 sul regionale Taranto – Brindisi, più o meno all’altezza di Latiano. Sembra che episodi del genere siano tutt’altro che infrequenti e che quasi quotidianamente riguardino, purtroppo, sia stranieri sia italiani. Condotte simili, però, delineano a loro carico reati quali violenza o minaccia, resistenza a pubblico ufficiale (i controllori sono tali quando in servizio) e mancata esibizione di documenti d’identificazione.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter