Cerca
Close this search box.

Strane “X” e altri segni sui citofoni, è un linguaggio in codice usato dai ladri?

TOSHIBA Exif JPEG

Da qualche tempo, giungono in redazione diverse segnalazioni, da svariati comuni della provincia, riguardo misteriose “X” e altri strani segni comparsi sui citofoni delle case. Si sospetta si tratti di ladri che impiegano una sorta di linguaggio in codice sia come promemoria, sia per trasmettere informazioni ai loro “colleghi”. Sembra che siano soprattutto i nomadi a giovarsi di simboli che, come hanno ricostruito le forze dell’ordine in tutt’Italia, sono più o meno sempre gli stessi (vedi immagine in fondo al post).

Una crocetta, la “X” di cui sopra, indicherebbe per esempio un buon obiettivo; una “D” che la domenica è il giorno migliore per mettere a segno il colpo. Se, invece, notaste un cerchietto crociato, potreste dormire sonni tranquilli, significa “non interessante”. Qualcuno ha ribattezzato questo uso come “Codice degli zingari”.

Scalfitture – forse incise con una chiave o con un chiodo – o tratti di penna/matita sono stati notati in Peschiera, al Peraro e in zona Madonna delle Grazie a Francavilla Fontana, e poi in via Tripoli e nei pressi di via Frascata (non lontano dalla stazione dei carabinieri) a Oria, ma anche nei centri di Mesagne e Brindisi. L’indicatore più diffuso sarebbe rappresentato proprio dalle “X”, anche se non mancano neppure i cerchietti (inutile insistere) e le scalette (cane in casa).

Non è chiaro se, nei casi di specie, si tratti soltanto di trovate goliardiche o se ci si possa trovare dinanzi a un effettivo pericolo di saccheggio. Nel dubbio, meglio fare attenzione: ove possibile, cancellare la scritta o riparare l’incisione e, soprattutto, osservare le più semplici norme di prudenza. Come chiudere perbene gli infissi specie quando si è fuori, non lasciare la chiave nella serratura dall’interno (è possibile agganciarla e farla girare anche da fuori), portarsi via con sé i preziosi e gli oggetti di maggior valore nel caso ci si sposti per un periodo di vacanza o di villeggiatura fuori porta. Solo nel caso vedeste movimenti davvero sospetti o, peggio, vi accorgeste di un’intrusione, rivolgetevi alle forze di polizia.

Codice zingari(1)
Il cosiddetto “Codice degli zingari”

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com