Si è spento il senatore Barbaro, suo padre era originario di Francavilla

Il senatore Luigi Barbaro
Il senatore Luigi Barbaro

Si è spento all’età di 85 anni, a Cerignola, il senatore Luigi Barbaro: medico chirurgo, primario presso l’ospedale di Cerignola, docente universitario a Bari, consigliere d’amministrazione dell’Istituto italiano di medicina sociale e parlamentare DC per due legislature negli anni ’70 del secolo scorso (eletto nel ’72 a soli 41 anni – il più giovane senatore nella storia della Repubblica – e poi riconfermato nel ’76), era originario di Francavilla Fontana. Suo papà Pietro, ufficiale dei carabinieri, si trasferì per lavoro a Lucera, dove poi nacque Luigi.

Sua una delle prime proposte di legge per l’introduzione del divieto di fumo nei locali pubblici, poi andato in porto nel 2003 con il ministro Girolamo Sirchia. A proporgli di candidarsi al Senato, dove ricoprì anche gli incarichi di segretario della presidenza e di membro della Commissione Sanità, fu all’epoca il leader della Democrazia cristiana Aldo Moro, la cui fiducia “Gino” Barbaro ricambiò con migliaia di preferenze personali. Dopo l’impegno in politica, Barbaro tornò a svolgere a tempo pieno la professione di medico, dedicandosi anche alla famiglia e al Sociale. Il professore è sempre rimasto legato alle origini paterne, tanto che quando poteva – in estate – si concedeva molto volentieri un periodo di vacanza nella Città degli Imperiali.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter