Un’odissea notturna in ferrovia: treni bloccati e ritardi di oltre tre ore

frecciabianca teno

Treni in coda e ritardi fino a oltre tre ore: è accaduto notte scorsa nel Barese, dove – a quanto si apprende – erano in corso dei lavori di manutenzione sulla rete ferroviaria. Il Frecciabianca, che in teoria dovrebbe garantire maggiori comfort e velocità grazie anche alle poche fermate, si è praticamente trasformato in un Intercity. Un gruppo di studenti diretti a Brindisi sul convoglio 9817 Venezia-Lecce è giunto a destinazione non alle 23,17 di venerdì 23 settembre, ma intorno alle 2 di oggi (24 settembre). Magra consolazione – ha comunicato Ferrovie dello Stato – ai passeggeri sarà garantito un rimborso pari al 20 per cento del costo del biglietto. La linea interessata dal disagio sembra fosse non lontano da quella a binario unico del tragico incidente verificatosi lo scorso 12 luglio tra Andria e Corato. Comprensibili e legittime le recriminazioni dei viaggiatori, ma se per caso l’incolonnamento notturno fosse servito a scongiurare una sciagura, in fondo sempre meglio arrivare tardi che rischiare di non arrivare proprio. Poi è chiaro che nel 2016 è strano, anzi assurdo, che si possa incorrere in disagi del genere o, peggio, in pericoli ben più gravi.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter