Curto (Ppi): «Quali iniziative per favorire la pratica sportiva alle persone disabili?»

euprepio-curto-new

Il consigliere comunale Euprepio Curto, in quota Progetto per l’Italia, ha presentato un’interrogazione (con richiesta d’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale) riguardo sport e disabili. L’interrogazione di Curto, oltre che alla presidente delle assise Maria Passaro e al sindaco Maurizio Bruno, è rivolta specificamente all’assessore all’Urbanistica Tommaso Resta e all’assessore alle Politiche sociali Concetta Somma. Eccola:

Premesso che:

– i giochi paralimpici di Rio hanno catturato l’attenzione dei mass media e della pubblica opinione nazionale non solo per le performance conseguite dai nostri atleti, e, in particolar modo da quell’Alex Zanardi che è ormai assurto al ruolo di icona di quel particolare movimento sportivo, ma anche per la esigenza, sempre più avvertita, di promuovere prima, e realizzare poi, tutte le iniziative utili a garantire ai portatori di disabilità, giovani e meno giovani, di accedere alla pratica sportiva;

– l’A.C. e lo stesso Consiglio comunale di Francavilla Fontana saranno chiamati a breve ad esprimersi positivamente o meno sulla ipotesi di realizzazione di un campo da golf in zona agricola, e quindi su una non trascurabile variante urbanistica, e sullo stesso Pug;

– uno tra i motivi (tanti) di perplessità sull’intervento proposto dai privati deriva dalla considerazione che esso intervento non costituisce il frutto di una più moderna idea di città, e quindi di una programmazione complessiva mirante a favorire le diverse discipline e pratiche sportive, e quindi pure il golf!, ma, al contrario, assume i contorni di una operazione, comunque la si voglia giudicare, oggettivamente priva di un interesse pubblico;

– l’assenza di tale programmazione è ancor maggiormente riscontrabile nella bozza di Pug che sta per approdare in Consiglio comunale, cosicché appare del tutto legittimo il timore che la città resti priva di qualsiasi opportunità urbanistica avente come obiettivo generale la diffusione della pratica sportiva, e, in particolare, quella che potrebbe essere colta dal sensibilissimo mondo dei portatori di disabilità.

Tutto ciò premesso, l’interrogante chiede di conoscere se vi siano, ed eventualmente quali siano, le iniziative che l’Amministrazione comunale intende assumere al fine di favorire la realizzazione di strutture specificamente riservate a favorire l’accesso alla pratica sportiva da parte dei portatori di disabilità.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter