Si masturbò nel ristorante davanti alla nipotina: sette anni e sei mesi per un 63enne

carcere scarcerazione

Si masturbò nel bagno di un ristorante con in braccio la nipotina di appena 11 mesi: è stato condannato a sette anni e sei mesi di reclusione un 63enne di Francavilla Fontana. I fatti risalgono a 14 febbraio 2014, quando l’uomo e la su famiglia decisero di festeggiare fuori il giorno di San Valentino. Una serata come tante fino a quando l’uomo, approfittando di un momento di distrazione dei genitori, si diresse in bagno con la bimba. Mamma e papà, accortisi dell’assenza di nonno e piccola, si misero a cercarli in lungo e in largo e alla fine li trovarono in bagno: l’allora 61enne era seminudo e impegnato in espliciti atti di autoerotismo. Sul posto giunsero anche i carabinieri della stazione di Oria, chiamati per sedare una rissa scoppiata all’interno del noto locale pubblico. L’anziano fu alla fine arrestato per atti sessuali con minore. Nei giorni scorsi, la sentenza di condanna in primo grado e l’esecuzione della stessa da parte dei militari dell’Arma in forza alla stazione di Francavilla Fontana. Si ricorderà come, giovedì sera, gli uomini del Nucleo operativo e radiomobile avessero eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 43enne – collaboratore di una nota società sportiva – sospettato di essere un pedofilo.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter