Senzatetto “minaccioso” a Francavilla: pericolo o psicosi?

14793872_1158808264199513_1131218761_n

Si potrebbe trattare, per fortuna, solo di una psicosi. Numerosissime segnalazioni riferiscono di un tizio che da ieri sera starebbe molestando i cittadini di Francavilla Fontana in diverse zone della città. I genitori temono soprattutto per l’incolumità dei propri figli e hanno allertato sia i carabinieri sia la polizia locale. L’uomo, a dire il vero, quest’oggi è stato anche fermato proprio dai militari dell’Arma per poi essere identificato: si tratta di un senzatetto di origini rumene, capelli brizzolati e barba incolta con indosso un cappotto beige e dei pantaloni verdi con tasconi. L’hanno condotto in caserma non già perché avesse commesso qualche reato, ma in quanto sprovvisto di documenti. Subito dopo è stato lasciato libero perché, appunto, nei suoi confronti non può essere mosso – pare – alcun rilievo. Sembra semplicemente che ieri sera, durante il violento temporale, infreddolito e zuppo fradicio, nel chiedere aiuto e riparo, abbia infastidito e impaurito delle persone che erano all’interno di un’auto in via San Lorenzo, ma niente oltre questo, almeno stando alle ricostruzioni delle forze dell’ordine. Numerosi cittadini, principalmente mamme e papà, continuano comunque a denunciare la pericolosità dell’individuo, che danneggerebbe anche i veicoli in sosta, e a far circolare tramite Facebook e Whatsapp le sue foto. Qualcuno invita a stare attenti e a tenersene alla larga perché sarebbe “manesco”. Al momento, però, come detto, non ci sarebbe di che preoccuparsi.

Fin da questa mattina i gruppi Whatsapp di tanti genitori di bambini della primaria sono stati letteralmente invasi da preoccupanti note vocali, foto e avvertimenti trasformatisi in brevissimo tempo in un vero e proprio passaparola tra contatti Facebook e numeri telefonici, in una catena di aiuto tra mamme e papà che cercavano reciprocamente di scambiarsi informazioni utili. L ‘angoscia ha avuto origine da un messaggio audio diffuso da una donna la quale raccontava di essere stata aggredita ieri sera, presumibilmente nei pressi della zona San Lorenzo, da un uomo misterioso. La signora era molto spaventata in quanto era stata fermata nel pieno del temporale da questo sconosciuto, il quale tra l’altro ha molto spaventato i suoi bambini che erano in macchina con lei. Da quel momento, come era normale che fosse, è scattata l’allerta dei genitori, alimentata dalle successive foto che hanno cominciato a girare su Whatsapp: erano avvistamenti del soggetto in questione in vari posti della città e a piede libero. Si sottolineava inoltre come fosse stato avvistato più volte anche davanti alle scuole. In seguito è arrivata un’altra nota vocale, da diversa autrice, la quale raccontava invece di aver riconosciuto questo signore in un cliente del supermercato in cui lavora, proprio nello stesso quartiere, il quale si era recato recentemente da loro ad acquistare del vino, ma in condizioni considerate dai dipendenti non proprio sobrie e quindi da loro stessi tenuto sott’occhio. Parallelamente a ciò che accadeva nel passaparola tra i gruppi delle mamme, come detto, anche Lo Strillone è stato sommerso da segnalazioni. 

Il.Alt.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter