Festa degli alberi anche per il primo comprensivo: la piazza? Un estemporaneo luogo creativo

img_5752

img_5743Si è svolta lunedì 21 novembre 2016, nel corso della mattinata, l’iniziativa promossa e realizzata dal 1° Istituto Comprensivo “Moro-Virgilio Marone” di Francavilla Fontana. Con un percorso didattico ideato dalle docenti delle classi quinte della scuola primaria, denominato “Estemporaneamente sostenibile”, la piazza Giovanni XXIII del nostro Comune è stata rivitalizzata quale “luogo creativo”.

L’occasione è stata fornita dall’annuale “Festa degli alberi”, celebrata il 21 novembre per promuovere una giornata di riflessione sullo sviluppo sostenibile sul rispetto del bene comune e sulla tutela delle risorse del pianeta.

Ed è proprio sulla base di tali obiettivi che gli alunni delle classi quinte della scuola primaria si sono incontrati oggi in piazza Giovanni XXIII dalle ore 10,00 alle 12,30 . La manifestazione è stata quindi un momento importante per condividere competenze, sensibilità, conoscenze e capacità, al fine di salvaguardare il nostro ricco patrimonio culturale e naturale.

img_5751Gli alunni – guidati dalle loro maestre, si sono impegnati in innumerevoli attività creative e guidati da alcuni artisti locali presenti, sperimentando le differenti tecniche pittoriche per la realizzazione di manufatti rappresentanti vari temi della giornata. Attraverso l’apporto dell’arte pittorica – e degli artisti che la interpretavano – si è reso affascinante e stimolante l’incontro tra i bambini e la realtà, tra gli alunni e i colori, tra i piccoli e le immagini, tentando di creare un rapporto sempre più diretto ed immediato con i temi della tutela ambientale. Gli alunni si sono improvvisati “piccoli artisti”, realizzando pitture estemporanee e fantasiose, guidati dall’occhio esperto di noti artisti locali come Carla Giusi, Michele Martina, Patrizia Micelli, Stefania Concetti, Marinella Scaglioso .

Il colpo d’occhio offerto dalla piazza ha strabiliato i presenti, affascinati dalle coloratissime aiuole a forma di fiore, realizzate riciclando gomme di pneumatici destinati alle discariche, che hanno rivestito allegramente e ridisegnato il consueto grigio slargo antistante la Basilica Minore.

Il percorso didattico progettato e realizzato ha consentito, ai bambini coinvolti, un approccio immediato all’acquisizione di comportamenti corretti di una sana educazione ambientale.

I bambini hanno contribuito alla costruzione del luogo progettato e da realizzare, in quanto ogni alunno ha portato dei fiori o un vaso di ciclamini, deponendo il materiale nell’aiuola da “abbellire”. Quindi, seduti in cerchio – su dei cuscini – intorno all’aiuola rivitalizzata, hanno dato sfogo alla loro creatività con la realizzazione delle rappresentazioni grafiche in tema di ambiente e sostenibilità, argomenti già affrontati nel quotidiano impegno scolastico.

Il piacere per la vista dei fiori colorati, il profumo degli stessi, il gusto di stare insieme e realizzare collettivamente la propria creatività è stato anche allietato e testimoniato da tantissimi canti sui temi ambientali. Le melodie hanno costituito un gradevole filo sonoro intorno a cui si è dipanata l’intera manifestazione, preziosa esperienza formativa per i cittadini del domani.

img_5747

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter