Rapinato addetto agli incassi delle slot, morto uno dei banditi. Colpo da 30mila euro

via settembrini francavilla fontana

Ammonterebbe a circa 30mila euro il bottino della rapina messa a segno nel primo pomeriggio di oggi ai danni di un impiegato dell’impresa “Distante”, leader nel settore delle slot machine con sede nella zona industriale di Francavilla Fontana. Oggi (lunedì 23 gennaio) quando il 38enne addetto agli incassi, intorno alle 13, era in via Settembrini, è stato affiancato da tre persone a bordo di una Ford Focus che gli hanno intimato di consegnare loro i soldi. Così ha fatto.

I tre rapinatori sono poi fuggiti in direzione Villa Castelli e, a un certo punto, hanno abbandonato la Focus e pensato di cambiare auto. Hanno così fermato una donna lungo la provinciale e si sono fatti consegnare la sua Peugeot station wagon, poi ritrovata in via San Giuseppe a Villa Castelli.

Le vittime hanno avvisato dell’accaduto i carabinieri in forza alla compagnia di Francavilla Fontana, che nei pressi di un muretto a secco lungo la Francavilla Fontana – Villa Castelli hanno trovato un uomo con una ferita d’arma da fuoco (sembrerebbe un fucile) nella zona toraco-addominale, poi trasportato d’urgenza nel vicino ospedale “Dario Camberlingo” e qui deceduto verso le 15,15.

Si sarebbe trattato di uno dei tre banditi, ma non sono ancora per niente chiare le circostanze nelle quali si era procurato quella ferita rivelatasi per lui fatale. Addosso gli sarebbe stata trovata parte della refurtiva. Considerato il suo decesso di poco successivo al tentativo di sottoporlo a un delicato intervento chirurgico, non è stato neppure possibile ascoltare la sua versione. Sembra che non fosse del posto, ma gli investigatori mantengono il più stretto riserbo.

Gli uomini dell’Arma sono impegnati nella ricostruzione dei fatti e, ovviamente, nella ricerca degli altri due fuggitivi. Ci potrebbero essere novità nelle prossime ore.

Seguiranno aggiornamenti.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter