Furbetti del cartellino, i nomi dei dipendenti comunali sospesi dal servizio

erchie comune

Quattro dirigenti e due impiegati sospesi dal servizio, altri nove a rischio dopo l’interrogatorio di garanzia. Ma ci sono altre cinque persone sottoposte a indagine, tra le quali pure politici. Il totale fa 20. I militari della guardia di finanza della compagnia di Francavilla Fontana hanno notificato stamane un avviso di conclusione a carico di 15 dipendenti del Comune di Erchie.

Quelli sospesi sono:

– Agata Rodi, vicesegretario generale dell’ente;

– Lucia Fanuli, responsabile dei Servizi sociali;

– Carmelino Ciccarese, responsabile Utc – Settore Lavori pubblici;

– Antonio Gigli, responsabile Utc – Settore Urbanistica;

– Antonello Gennaro, impiegato;

– Alda Annamaria Tanzariello, impiegata.

Il sostituto procuratore Valeria Farina Valaori aveva chiesto la misura interdittiva anche nei confronti degli altri nove, ma il Gip firmatario si è riservato di decidere solo dopo aver ascoltato i diretti interessati. Intanto, emerge che sotto la lente d’ingrandimento dei finanzieri e del Pm sono finiti anche almeno due noti esponenti politici. Le accuse sono a vario titolo di abbandono del posto di lavoro, truffa, peculato, peculato d’uso e falso.

Le investigazioni delle fiamme gialle hanno consentito di ricostruire cinque mesi di presunte condotte illecite, arco temporale nel corso del quale gli indagati si sarebbero assentati arbitrariamente di frequente dal posto di lavoro dopo aver timbrato la loro presenza a palazzo di città. Inoltre, tra le contestazioni a carico di alcuni di loro c’è anche l’accusa di aver utilizzato i mezzi dell’ente per fini privati e le schede carburante intestate al Comune per rifornire il proprio veicolo personale.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter