L’Amministrazione non risponde, e i 5 Stelle si rivolgono al difensore civico

Il meetup 5 Stelle di Oria
Il meetup 5 Stelle di Oria

Siccome l’Amministrazione comunale non ha risposto alle loro richieste, i 5 Stelle di Oria si sono appellati al difensore civico (nella persona del segretario generale Rosario Cuzzolini) per ottenere informazioni e chiarimenti su di alcuni atti dell’ente.

«Forse non molti cittadini sanno – spiega per il Meetup Raffaele Proto – che ognuno ha diritto di conoscere dati e documenti in possesso della pubblica amministrazione, anche senza un interesse diretto. Il Meetup in questi anni ogni qualvolta ha ritenuto opportuno avere chiarimenti su atti e documenti amministrativi, ha chiesto alle Amministrazioni che si sono succedute notizie di accesso o  spiegazioni. Dopo che l’attuale Amministrazione ha intitolato il suo programma elettorale “ Tra la gente, sempre” e dopo aver letto parole come “riconquistare la fiducia dei cittadini”, “democrazia partecipata”, “assemblee cittadine”, “attuare il principio di trasparenza”,  considerando inoltre che l’assessore alla trasparenza ha esercitato l’incarico di O.I.V., credevamo che le risposte alle nostre istanze potessero trovare risposta, ma ahinoi, ci siamo trovati a confrontarci con un’Amministrazione molto lontana da ciò che garantiva in sede elettoraleOggi con l’introduzione del “Freedom of Information Acts” (FOIA),  emerge una nuova figura, il Difensore Civico, al quale ci siamo rivolti, che ha l’obbligo di assistere i cittadini che segnalano ritardi o irregolarità nei procedimenti amministrativi, sollecitando il dirigente dell’ufficio interessato, che ha obbligo di risposta, ad una verifica delle cause dell’inadempienza».

In particolare, i grillini pretendono maggiore saperne di più:

– Sulla delibera numero 142 del 29 luglio 2016 “Pulizia e disinfestazione servizi igienici”;

– Sull’eventuale partecipazione del Comune al “Fondo per la piena accessibilità dei parchi giochi ai bambini disabili”;

–  Sui fondi premiali per il potenziamento del servizio di raccolta differenziata;

– Sulla rinegoziazione del prezzo pattuito sul progetto sperimentale nella delibera 142 del 29 luglio 2016;

– Sul documento protocollo 16516 del 30 settembre 2016 con il quale il Comune di Oria ha inviato documentazione dei dati della raccolta differenziata annua alla Regione Puglia.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter