No alla privatizzazione del nido comunale, Cgil si mobilita e raccoglie le firme tra i cittadini

Si riceve e pubblica: 

La CGIL territoriale di Brindisi, unitamente alla Camera del Lavoro di Francavilla Fontana, rispetto alle annunciate forme di affidamento di concessione del servizio asilo nido comunale, annunciano l’avvio della mobilitazione che vedrà, come prima azione, una raccolta firme tra le cittadine ed i cittadini francavillesi. Si invita la cittadinanza a venire ad incontrarci domani mattina (sabato 24 marzo) su via Barbaro Forleo, angolo Corso Umberto – adiacente Bar Imperiali – nei pressi del mercato settimanale dalle ore 9 alle ore 12 e lunedì pomeriggio, in piazza Umberto I dalle ore 17 alle ore 20.

Di seguito riportato il testo proposto alla cittadinanza per scongiurare l’irresponsabile scelta che l’amministrazione comunale intende compiere.
“La CGIL territoriale di Brindisi, unitamente alla Camera del Lavoro di Francavilla Fontana, rispetto alle annunciate forme di affidamento di concessione del servizio asilo nido comunale, ribadisce che tale scelta (sponsorizzata dal sindaco Bruno) penalizza il futuro dell’istituendo servizio per l’infanzia 0 – 6 anni e non può essere demolito al fine di perseguire una miope e distruttiva logica di mercato. Detta decisione viene assunta unilateralmente dalla giunta comunale di Francavilla Fontana in palese violazione delle obbligazioni e corrette relazioni sindacali.
L’eventuale affidamento di concessione di detto servizio apporterà pesanti danni di natura economica alle famiglie dei bambini e delle bambine che frequenteranno l’asilo privato. Tutto ciò accade mentre il sindaco si ostina a boicottare la legge sulla buona scuola da 3 mesi a 3 anni che ha incassato il via libera in Parlamento ed è in attesa dell’imprimatur del Governo. Le norme di detta legge prevedono lo sblocco del turn over per il personale educativo degli asili nido con la possibilità per il nostro Comune di definire un piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato di educatori ed educatrici ed avviare da subito le relative procedure concorsuali. Purtroppo questa opportunità di garantire lavoro buono ai disoccupati viene negata per consentire all’imprenditore privato di realizzare i propri interessi economici.
Firmate pertanto l’appello della Cgil teso a scongiurare la privatizzazione dell’unico asilo nido pubblico e favorire l’occupazione giovanile attraverso i concorsi pubblici”

PER IL COORDINAMENTO DELLA CAMERA DEL LAVORO DI FRANCAVILLA


Grazia SOLAZZO

IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CGIL BRINDISI


Antonio MACCHIA

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter