Spostamento di Servizi sociali e Biblioteca, Bungaro: «Sicuri che quei locali siano agibili e accessibili?»

mimmo bungaro
Mimmo Bungaro

L’imminente spostamento dei Servizi sociali dai locali comunali al pianterreno di via Barbaro Forleo in quelli al primo piano dello stabile che ospita l’ufficio di collocamento, in piazza Marconi, al centro della polemica politica.

Il capogruppo di Forza Italia, Mimmo Bungaro, stamattina ha protocollato un’interrogazione con richiesta di risposta orale indirizzata, oltre che al presidente del Consiglio comunale, anche al sindaco, all’assessore al Patrimonio, al dirigente dell’Ufficio tecnico e al dirigente dell’Ufficio patrimonio.

Bungaro, che ha ricoperto l’incarico di assessore ai Servizi sociali, già in più occasioni si è dichiarato apertamente contrario a questa sorta di turnover degli immobili pubblici intrapreso dietro impulso dell’assessore alla Cultura Vincenzo Garganese: la dislocazione dei Servizi sociali, infatti, farebbe posto alla Biblioteca, finora in piazza Dante, che in seguito dovrebbe approdare proprio in via Barbaro Forleo.

Il motivo è presto spiegato: a differenza dei locali di via Barbaro Forleo, a dire di Bungaro, quelli di piazza Marconi sarebbero meno accessibili e dunque fruibili, oltre che meno sicuri, non solo e non tanto per il personale del Comune, ma soprattutto per gli utenti. Si sa, infatti, che il settore dei Servizi sociali è un settore piuttosto delicato, che riguarda fasce svantaggiate della popolazione.

Così, il consigliere forzista chiede all’Amministrazione se i locali siano agibili e provvisti delle certificazioni di staticità, agibilità e antincendio e se sia stato richiesto il parere tecnico al responsabile della sicurezza dell’ente sia per il trasferimento dei Servizi sociali in piazza Marconi, sia per quello della Biblioteca in via Barbaro Forleo.

Infine, Bungaro invoca una pausa di riflessione e un ripensamento per evitare che in futuro, a cose già fatte, possano sorgere dei problemi.

L’argomento sarà inserito all’ordine del giorno del Consiglio comunale in programma il prossimo 2 maggio.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter