Trasferimento dei Servizi sociali, due consiglieri presentano un esposto: quei locali sono idonei?

Gino Fanizza ed Emanuele Modugno
Gino Fanizza ed Emanuele Modugno

I consiglieri comunali di Francavilla Fontana Luigi Fanizza (Sel-Sinistra italiana) ed Emanuele Modugno (Prc) hanno presentato un esposto al medico competente del Comune, ai rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori e al Servizio prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro di Brindisi perché essi effettuino una verifica dell’idoneità igienico-sanitaria della nuova sede dei Servizi sociali, trasferiti dai locali comunali via Barbaro Forleo in quelli tra piazza Marconi e via Confalonieri, al primo piano dello stabile che ospita l’ufficio di collocamento (mercato del lavoro).

In particolare, Fanizza e Modugno chiedono che siano verificati:

– L’idoneità delle rampe d’accesso (se esistenti);

– L’eliminazione delle barriere architettoniche, così che i locali siano accessibili anche dai diversamente abili;

-L’idoneità dei vani adibiti a servizi igienici per ambo i sessi, e per gli utenti diversamente abili, in relazione al numero dei dipendenti;

– L’idoneità degli ambienti di lavoro, in relazione a: affollamento, luminosità (naturale e artificiale), areazione (naturale e artificiale), riscaldamento e condizionamento, microclima, altezze interne nette dei luoghi di lavoro, presenza di adeguamento e rispondenza alle norme antincendio; presenza di idonea attestazione di formazione rivolta alle figure di cui al decreto legislativo numero 81 del 2008.

«In attesa di riscontro – concludono i consiglieri – si chiede al sindaco di soprassedere agli spostamenti degli uffici».

Nei giorni scorsi anche il capogruppo di Forza Italia Mimmo Bungaro ha protocollato un’interrogazione, che sarà esposta e discussa nel Consiglio del prossimo 2 maggio, con oggetto proprio i trasferimenti dei Servizi sociali, oltre che della biblioteca comunale nell’ex sede dei Servizi sociali.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter