Una giovanissima studentessa francavillese alle finali nazionali dei Giochi matematici

IMG_1030
Valentina Cinieri con la sua insegnante Maria Antonietta Lobello

Università BOCCONI: Finali nazionali del Campionato Junior di Giochi Matematici. La Scuola Primaria “M. Montessori” del II Istituto comprensivo di Francavilla Fontana, diretto dal Prof. Tiziano Fattizzo, partecipa con Valentina Cinieri.

Valentina Cinieri
Valentina Cinieri

I Campionati Junior sono la novità di quest’anno. Si tratta infatti della prima edizione che il Centro Pristem dell’Università Bocconi e dal Centro Matematita” dell’Università degli studi di Milano organizzano per gli alunni delle classi quinte di scuola primaria. Per la prima volta sono presenti con gli studenti degli altri gradi scolastici anche alunni di scuola primaria e per il II Istituto comprensivo di Francavilla Fontana c’è la piccola Valentina Cinieri, accompagnata dalla sua insegnante Maria Antonietta Lobello.
Il 21 marzo scorso si è svolta la prima fase dei Campionati che ha visto impegnati gli alunni delle classi quinte. Successivamente il Centro Pristem ha comunicato per il Secondo Istituto Comprensivo il seguente risultato: 1^ Valentina Cinieri- 2^ Mariangela Andriulo- 3^ Giacomo Salerno Mele. In base al tempo impiegato e al numero degli esercizi risolti è stata ammessa alla finale di Milano l’alunna Valentina Cinieri.
Se i Campionati Junior sono una novità per la scuola primaria, occorre però dire che i bambini delle classi quinte della Montessori da diversi anni partecipano ai Giochi matematici d’autunno, sempre organizzati dalla Bocconi, nell’ambito delle attività di continuità con alunni e insegnanti della scuola secondaria di 1^ grado “Bilotta”.
Si crede, infatti, fermamente nelle implicazioni didattiche e formative di questi giochi che sono un mezzo importante per guidare l’attenzione dei piccoli studenti verso le “questioni matematiche”. Pyola, un insigne matematico scriveva nel 1945: “Una grande scoperta risolve un grande problema, ma c’è una briciola di scoperta nella soluzione di qualsiasi problema. Il tuo problema può essere semplice, ma se mette alla prova la tua curiosità e mette in gioco le tue capacità di invenzione, e se tu lo risolvi con i tuoi mezzi, puoi provare la tensione e il trionfo della scoperta. Queste esperienze possono creare un gusto per il lavoro intellettuale e lasciare la loro impronta sulla mente e sul carattere per tutta la vita.”
IMG_1032Compito della scuola è allora quello di sviluppare negli allievi un pensiero creativo, critico e i Giochi matematici offrono un validissimo contributo in tal senso. Non si tratta di esercizi standard, ma di quesiti e situazioni che cercano di stupire e di proporre domande impreviste, di incuriosire e di intrigare. I bambini giocando imparano a “risolvere problemi” ed è questo ciò che la matematica prevede. Fantasia e razionalità, due importanti aspetti della Matematica, sono componenti fondamentali della persona e costituiscono ciò di cui la società di oggi ha bisogno.
La partecipazione ai Giochi matematici per tutti i piccoli studenti è stata un’occasione per mettersi alla prova , per esprimere al meglio le proprie capacità, per imparare a gestire il momento del confronto senza timori e prevaricazioni.
Alla piccola Valentina Cinieri, impegnata oggi a Milano nell’importante finale, auguriamo di affrontare questa nuova ed esaltante esperienza con serenità e con la giusta grinta, certa del sostegno di tutti i suoi compagni di classe, delle sue insegnanti e di tutto Il secondo comprensivo.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter