G7 di Taormina, c’è anche un ufficiale francavillese a proteggere i “grandi” della Terra

nave rimini dell'aquila

Un momento del G7 in corso a Taormina
Un momento del G7 in corso a Taormina

Nell’ambito del massiccio piano di sicurezza predisposto dallo Stato italiano in occasione del G7, al largo di Capo Taormina – nota anche come la perla dello Ionio – da stamattina è impiegato nel pattugliamento delle coste anche il cacciamine “Rimini” della Marina Militare.

Il comandante Pasquale Dell'Aquila
Il comandante Pasquale Dell’Aquila

Al suo comando, il tenente di vascello Pasquale Dell’Aquila, 36enne di Francavilla Fontana, che dopo l’aggregazione al contingente dello Standing NATO “Mine Counter Measures Griup 2” continua a dare lustro alla sua città d’origine. In questo caso, contribuendo a dare protezione ai “grandi” della Terra e, nello specifico, controllando che una minaccia per loro non possa provenire proprio dal mare.

Nave Rimini è l’ultima di otto unità cacciamine Classe Lerici 2^ Serie, è stata varata il 17 settembre 1994 per poi essere consegnata alla Marina nel maggio del 1996.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter