Curto: «Ma il Comune di Nardò sta pagando per l’impiego part-time del dirigente Falco?»

curto-new-2

Il consigliere comunale di Francavilla Fontana Euprepio Curto, in quota Progetto per l’Italia, ha protocollato un’interrogazione con richiesta di risposta scritta per sapere se il Comune di Nardò (Lecce) stia corrispondendo il dovuto a quello della Città degli Imperiali per l’impiego part-time del dirigente dei Servizi finanziari Gabriele Falco, in questi giorni al centro della scena politico-amministrativa per la questione degli aumenti Tari. Dall’agosto 2016, infatti, Falco è stato autorizzato a prestare servizio al 50 percento e per un anno anche presso il Comune del Leccese.

Il dirigente dei Servizi finanziari Gabriele Falco
Il dirigente dei Servizi finanziari Gabriele Falco

«Al di là delle valutazioni sulla opportunità che il Comune di Francavilla Fontana – scrive Curto in premessa – aderisse alla richiesta del Comune di Nardò, stante la complessità delle attribuzioni in capo al predetto Dirigente, e i risultati concreti fino ad oggi registrati, di cui la gara Tributi e la vicenda Tari costituiscono solo la punta di un iceberg potenzialmente idoneo a fare affondare i già delicati conti pubblici, resta comunque il fatto che, in conseguenza di tale rapporto convenzionale, il Comune di Nardò è obbligato a corrispondere mensilmente al Comune di Francavilla Fontana la somma di euro 3.412,64 comprensive di stipendio tabellare e indennità di posizione, oltre oneri riflessi, Irap, rateo tredicesima, ovvero, una somma mensilmente superiore ai 4.000,00 euro».

«Si ha notizia – prosegue – che alla data odierna nessuna somma è stata corrisposta dal Comune di Nardò al Comune di Francavilla Fontana, e che pertanto il credito vantato dal Comune di Francavilla Fontana ammonterebbe bel oltre 40.000,00 euro».

Infine, le domande poste a Bruno e alla sua Amministrazione. Il consigliere chiede di sapere:

a) Se corrisponda al vero quanto innanzi riportato, e cioè che il Comune di Nardò, a partire dal mese di agosto 2016 ad oggi, non ha corrisposto al Comune di Francavilla Fontana quanto derivante dagli obblighi convenzionali, ovverosia euro 3.412,64 mensili, oltre gli accessori di legge, per una somma complessiva allo stato superiore a 40.000,00 euro;

b) Ove quanto riportato al punto a) corrisponda al vero, se il Comune di Nardò sia stato messo debitamente in mora o meno

c) Ove quanto riportato al punto b) non sia avvenuto, quali siano i motivi di tale inadempimento;

d) Se, rispetto a tale inadempimento, vi siano responsabilità ascrivibili proprio al dott. Falco, il quale, in tal caso, verserebbe in un macroscopico e inquietante conflitto d’interesse;

e) Quali siano, ove vi siano, le iniziative che il Comune di Francavilla Fontana intende assumere complessivamente al riguardo.

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter