Trova per strada un portafogli pieno di soldi e lo consegna intatto ai carabinieri

furto-portafoglio-ev

È stato un gesto estremamente onesto e piuttosto raro, che merita sicuramente un plauso, quello compiuto ieri sera da un ragazzo di 13 anni: ha trovato per strada un portafogli pieno di soldi e contenente anche carte di credito e bancomat, oltre che documenti, e l’ha consegnato direttamente ai carabinieri, i quali l’hanno restituito al legittimo proprietario quando si è recato in caserma per sporgere denuncia di smarrimento.

Intorno alle 18, F.N. (queste le sue iniziali) che frequenta la scuola media “Publio Virgilio Marone” faceva un giro in bici in compagnia di un paio di amici in via Togliatti, a Francavilla Fontana. A un certo punto, il ragazzo ha notato qualcosa d’insolito sull’asfalto, ha arrestato la pedalata, si è chinato e ha raccolto un portafogli classico da uomo. Ha dato un’occhiata al suo interno e ha scoperto che c’erano 500 euro in contanti. Un po’ agitato di fronte a una situazione per lui del tutto nuova, ha chiamato sua mamma Ada e le ha raccontato tutto.

La donna gli ha detto di nascondere il portafogli – ché di questi tempi non si può mai sapere – e di aspettarla. Si è messa in auto e ha raggiunto il gruppo di ragazzini. Una volta sul posto, si è sincerata della veridicità della scoperta e ha guardato la carta d’identità che era insieme con il denaro. Successivamente, non ha avuto dubbi: «Andiamo a portarlo dai carabinieri, così come sta». Il 13enne è stato subito d’accordo e, anzi, si è offerto di consegnarlo in prima persona ai militari dell’Arma. In fondo, il merito del ritrovamento era stato suo. Sua madre non ha obiettato, è stata felice di tanta risolutezza da parte di suo figlio. Segno tangibile della buona educazione degli insegnamenti da lei e da suo marito impartitigli.

Così, allora, hanno fatto. Si sono recati in caserma e hanno spiegato al piantone cos’era successo. Quando ha ascoltato la storia e dopo aver aperto il portafogli, l’appuntato stentava a crederci: non era stato toccato proprio nulla, le banconote erano tutte là. Spesso, infatti, capita che portino i portafogli e i documenti, non certo i soldi…

Dopo un po’, in caserma è giunto un uomo sui 60 anni con l’intenzione di denunciare lo smarrimento del suo portafogli mentre faceva un giro in bici in via Togliatti: nel pedalare, evidentemente, gli era cascato dalla tasca posteriore dei pantaloni. Il carabiniere che poco prima aveva preso in carico il portafogli l’ha subito riconosciuto e gli ha detto qualcosa del tipo: «Oggi è il suo giorno fortunato, guardi qui…», e gli ha mostrato il suo portafogli.

Il proprietario – un ufficiale dell’esercito in pensione – non credeva ai suoi occhi: dentro c’era tutto… Allora ha chiesto espressamente di poter incontrare e ringraziare chi l’aveva ritrovato ed è stato messo in contatto con il 13enne e sua mamma. Dopo averli ringraziati, ne ha elogiato l’onestà – dote non troppo diffusa in casi come questo – e poi ha insistito per fare un piccolo regalo al ragazzino, che alla fine ha deciso di accettarlo. Chapeau!

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter