Juventini aggrediti in autostrada, presi tre ultras del Napoli

Foto: www.brindisireport.it
Foto: www.brindisireport.it

Intorno alle 2 della notte tra il 14 e il 15 maggio scorsi, un gruppo di tifosi juventini (quattro di Mesagne, due di Brindisi) di ritorno da Roma, dove aveva assistito all’incontro di campionato tra la loro squadra e i padroni di casa, fu aggredito da numerosi ultras napoletani, di ritorno a loro volta dal match di Torino tra la loro squadra e i padroni di casa, in un’area di servizio lungo l’autostrada A1 all’altezza di Anagni (Frosinone). Oggi, all’esito delle indagini, Digos e polstrada hanno arrestato tre degli aggressori, che sono stati sottoposti ai domiciliari. I tre sono stati identificati grazie alle immagini del circuito chiuso di videosorveglianza della stazione di servizio. Insieme con altre persone – ancora in corso d’identificazione – assaltarono il furgoncino degli juventini con mazze e spranghe e, di fatto, lo distrussero. I tifosi bianconeri, fortunatamente nessuno grave, furono quindi costretti a ricorrere alle cure ospedaliere e, all’indomani, sporsero denuncia.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter