Alternativa popolare preannuncia la crisi: «Azzeramento della Giunta e cambio di rotta o tutti a casa»

galiano-martina-asi
A sinistra il vice sindaco Luigi Galiano, a destra il coordinatore di Alternativa popolare Antonio Martina

Si riceve e pubblica:

I coordinatori locale e provinciale di Alternativa Popolare con la presenza della dirigenza locale, dopo un approfondito esame della situazione politica a Francavilla Fontana, hanno deciso che il prosieguo dell’esperienza amministrativa di sostenere l’attuale maggioranza è legato ad un notevole cambio di rotta dell’azione amministrativa in quanto non si condividono alcune scelte politiche portate avanti dal sindaco Bruno e supportate dal P.D.

Il nostro rappresentante in seno al C.C. non solo garantirà la propria partecipazione alla prossima seduta dell’assise comunale ma, con grande senso di responsabilità e di maturità politica, garantirà il voto favorevole su tutti gli argomenti iscritti all’o.d.g.

Questo però non ci esime dal fare alcune considerazioni critiche tra le quali: l’ulteriore richiamo al riconoscimento della pari dignità tra tutte le forze politiche che sostengono l’attuale maggioranza.

Riteniamo che non sia più procrastinabile il giusto e doveroso riconoscimento della rappresentanza in seno alla Giunta Comunale al gruppo di “Noi ci siamo”.

Esprimiamo tutte le nostre perplessità su alcune scelte che sono state operate e che solo per la brevità che un comunicato stampa richiede elenchiamo in alcuni punti.

  • Questione TASI: individuazione di una task force che dovrà controllare il regolare rispetto del contratto da parte della Monteco. Se il servizio di raccolta dei rifiuti è impeccabile, il cittadino paga la dovuta tassa con minore dispiacere.
  • Questione relativa alla gestione dell’Ufficio Tecnico con particolare riferimento al settore urbanistico. Il comparto dell’edilizia a Francavilla sta vivendo una grave crisi economica nonostante che a livello provinciale, regionale e nazionale questo settore registra importanti segnali di ripresa. Urge una revisione del regolamento edilizio non solo perché ci viene imposto dalla normativa regionale e nazionale.
  • Gestione dei Servizi Sociali con un maggiore coinvolgimento di tutte le associazioni che operano nel terzo settore e presenti nel nostro territorio.
  • Questione campo da golf.

Riteniamo che immediatamente dopo la seduta del prossimo Consiglio Comunale sia indispensabile procedere all’azzeramento dell’esecutivo e alla definizione concordata di una nuova e più incisiva azione amministrativa.

Se ciò non dovesse accadere dichiariamo sin da ora il nostro disimpegno da questa maggioranza.

IL COORDINATORE LOCALE Antonio Martina  

IL COORDINATORE PROVINCIALE Ciro Argese

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter