Il libro “Il leone gemello” di Antonio Almiento approda a Teatro Imperiali

copertina DEFGiovedì 6 luglio alle ore 19:00 presso Teatro Imperiali a Francavilla Fontana, sarà presentato “Il leone gemello” (Fuori Fuoco Edizioni, 2017), il secondo romanzo di Antonio Almiento. Nel libro, una giovane commissaria di polizia ripercorre i tempi spensierati dell’adolescenza, rivivendo i luoghi e le emozioni di un tempo trascorso in una cittadina del Salento. In questo viaggio al contrario, Giulia cerca i motivi del torpore e delle inquietudini dell’uomo che le sta accanto, con cui si ritrova dopo un insperato percorso di vita. Ma gli abissi di un uomo non sono visibili affacciandosi sull’orlo della superficie e se non si ha la forza di discenderli fino in fondo, occorre attendere con sofferenza che un giorno riaffiorino, per comprendere di Adriano, del suo Leone gemello, di Nina, del suo maestro di musica e di un ciliegio fiorito di quasi oscena germinazione che, malgrado il dolore, continua a rifiorire ogni stagione.
L’evento, patrocinato dal Comune di Francavilla Fontana, sarà presentato dall’avvocato Alessandra Galetta; interverranno l’editore Fabio Ancora e l’autore Antonio Almiento.
All’attrice Roberta Natalini invece il compito di calare il pubblico nell’atmosfera della storia narrata dal libro, attraverso la lettura di alcuni passi salienti.
Antonio Almiento, non è uno scrittore. Apneista e pescatore subacqueo, è avvocato cassazionista, appassionato di diritto penale e specializzato in diritto tributario, approdato nella professione forense dopo una bellissima esperienza come ufficiale di complemento nei carabinieri. Ha collaborato con l’Università di Bari, Facoltà di Scienze della Formazione, come cultore della materia alla cattedra di “Sociologia dei servizi sociali e della marginalità”.
Questo è il suo secondo libro dopo “Amore famelico” (Scorpione Editore, 2011). Fuori Fuoco è un progetto editoriale indipendente specializzato nella legatoria artigianale: un’idea di editoria che si riappropria della lentezza e della pazienza del mestiere dell’artigiano per non produrre spreco di carta e di parole. L’obiettivo è quello di riconsegnare all’oggetto libro una dignità e un valore altrimenti impossibili all’interno dei circuiti editoriali industriali che dominano il mercato del libro attuale.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter