Sbandieratori e musici Città di Oria trionfano a Ferrara e tornano in Serie A: dedicato a Max

sbandieratori e musici citta di oria 2

Non è stato affatto semplice, ma dopo soltanto un anno di purgatorio in Tenzone Argentea – in seguito alla dolorosa retrocessione del 2016 – il gruppo Sbandieratori e musici “Città di Oria” ha già riconquistato la Serie A, che in ambito Fisb si chiama Tenzone Aurea. Uno straordinario successo quello culminato ieri (domenica 23 luglio) nel primo posto in Combinata, la classifica delle classifiche, con tanto di dedica a Max (Massimiliano Iunco, che perse la vita il 29 maggio dello scorso anno).

sbandieratori e musici citta di oria 3I giallorossoblu avevano un solo obiettivo: ritornare ai massimi livelli e farlo al più presto. Con questo scopo, dopo le cadute psicologiche e sportive di 12 mesi fa, hanno ripreso ad allenarsi ogni giorno con sempre maggiore impegno – forti e consapevoli – con quel chiodo fisso nella testa: riuscirci, e farlo anche e soprattutto per Max. Non era così scontato che l’operazione sarebbe andata a buon fine, ma lo scorso weekend la tensione e la paura di fallire hanno ceduto il passo a una concentrazione senza pari, tanto che alla fine – a proposito di passo – nessuno tra i concorrenti ha saputo stare appresso agli oritani, che si sono classificati al primo posto sia nelle specialità Grande e Piccola Squadra, secondi nei Musici, quinti nella coppia (Braccio-Masiello) e nel Singolo (D’Apolito). Una serie di risultati parziali che ha consentito loro di sbaragliare gli assalti del Rione Ferraia (Pescia) e di Borgo San Panfilo (Sulmona).

«Sapevamo che non sarebbe stato facile, che uscire da un periodo buio – hanno scritto sulla loro pagina facebook – sarebbe stato più che faticoso. Ma ce l’abbiamo fatta».

«Le difficoltà aiutano a fare gruppo – prosegue il post – si diventa più forti e consapevoli, le si affronta in una prospettiva diversa ed è per questo che in quel campo di gara eravamo più determinati e più arrabbiati del solito. Volevamo lasciarci alle spalle tuto quanto, certo, facendone tesoro e ricominciando un nuovo percorso, con più entusiasmo. Questa parentesi in A2 è stata l’occasione per farlo. Onorati di averlo potuto realizzare con degli atleti così in gamba e con dei supporters così calorosi».

Infine, non poteva mancare il riferimento a ciò che conferisce ancora più senso e importanza a questa impresa: «Un pensiero speciale va al nostro tifoso numero uno, colui che ha esultato dalla tribuna ad ogni nostra esibizione e che ci ha aspettato sorridente oltre la linea di campo per congratularsi con ognuno di noi. A te, Max, va la nostra vittoria più grande. Sei stato e sarai nella melodia che accompagna i nostri lanci».

Dal prossimo anno, insomma, anche il gruppo “Città di Oria” sarà presente e rappresenterà la prestigiosa tradizione oritana nell’Olimpo delle bandiere. Ad accoglierlo troverà gli avversari tutti i sodalizi più blasonati del panorama nazionale.

Bentornati, guerrieri: #FINALMENTEACASA1, nel posto che compete a voi e che compete a Oria. Chapeau!

Eliseo Zanzarelli

sbandieratori e musici citta di oria 1

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter