Il 18 agosto a Laurito cena & teatro con i “Sartaminzippi”: ci sarà da ridere e da leccarsi i baffi

0088

locandina (1)

La Compagnia Oritana per il Teatro Popolare “Sartaminzippi”, dopo il successo della prima rappresentazione dello scorso 24 giugno, propone la replica della commedia “Mugghierima una ni faci cientu ne pensa”, tre atti in vernacolo Oritano, tratta da una farsa di Moliére, scritta ed adattata da Pierino Monaco che porta in scena per la sua diciottesima stagione teatrale.

La collaborazione ed il sostegno di uno degli amici della Compagnia, lo chef Dino Di Levrano, hanno portato ad una proposta nuova e diversa per la rappresentazione che si terrà il 18 agosto alle ore 21:00 presso il Ristorante Pizzeria “Le Corti di Laurito” di cui lo chef Di Levrano è gestore.
Si darà vita quella sera alla “Cena Spettacolo con i Sartaminzippi. Il piacere del cibo e l’emozione dello spettacolo dal vivo”. Dal titolo si coglie già l’intento di coinvolgere gli ospiti con una esperienza emozionale a tutto tondo.

Tutti invitati, dunque, per il 18 agosto alle ore 21.00 presso “Le corti di Laurito” per una serata densa di emozioni.

La farsa da cui nasce questa commedia fu scritta nel 1666 da Molière ed è considerata tra i suoi capolavori. Personaggio principale il finto medico intorno al quale ruotano esilaranti battute, intrighi e fraintendimenti conditi dalle tante “mazzate” che fanno parte integrante della scena… quasi tutti i personaggi ne rimediano un po’.
Nell’adattamento del nostro autore la scena si svolge in una Oria di metà ‘900 e, pertanto, non potevano mancare nomi tipici della nostra comunità e qualche riferimento bonario a personaggi realmente esistiti, oltre che, ovviamente, termini dialettali anche arcaici e ormai quasi in disuso dei quali invece la Compagnia Oritana per il Teatro Popolare “Sartaminzippi” vuole sempre fare uso affinché non vengano dimenticati.
E così, tra una moglie che si vuole vendicare del marito ubriacone (Serena CANDITA), una figlia (Rita LABBRO FRANCIA) che – in combutta con la madre (Angela FARINA) – vuole evitare il matrimonio imposto dal padre (Remo ITALIANO), un padre credulone ed ignorante per il quale contano solo i soldi, un “medico per forza” (Antonello D’AMICO) imbroglione che pensa bene di approfittare della situazione, si arriva all’immancabile lieto fine – nel quale tutti i pezzi del mosaico torneranno al loro posto – dopo una serie di scaramucce, bastonate e tante risate del pubblico che vedranno coinvolti gli altri interpreti Emmanuele PROTO, Antonio AVERSA, Elena MARRAZZI, Luigi DE MARZO, Franco SPINA, Mimmo DELLI SANTI e Simone CARBONE.

Menu’ fisso cena e spettacolo 20€ a persona – 10€ menù baby.
Benvenuto con vinello e pettoline.
L’Antipasto della Corte.
Flan di ricotta con finocchietto su riduzione di frutti di bosco e gambero imperiale.
Coppa di maialino nero.
Burratina su pesto di pomodorini e basilico.
Roulade di melanzane con salmoriglio estivo e semi di canapa.
Carpaccio di spada con salsa al cedro.
Calamarata con pomodorini guanciale, olive taggiasche e trucioli di cacioricotta.
Selenzione di carne alla brace con patate al timo.
L’anguria.
Angolo Bar – Vino, acqua, digestivo, caffè.

Su richiesta menu’ per celiaci

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ai numeri
3296624507 – 3294311450 – 3396352114

0189

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter