Sorpresi su un’auto rubata e arrestati dopo uno spettacolare inseguimento in centro

spadino furto auto

Saranno chiamati a rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e furto in concorso con una terza persona (F.S., ostunese di 44 anni, denunciato) il 26enne Sabino Mastrorilli e il 23enne Angelo Soleti – tutti e due ostunesi – che sono stati arrestati dai poliziotti delle Volanti e dell’Ufficio denunce del commissariato di Ostuni. Tutto è cominciato quando ieri (venerdì 8 settembre) una pattuglia della polizia ha intimato l’alt al conducente di una Fiat 500 di colore rosso, da cui era sceso il 44enne F.S. già noto alle forze dell’ordine, in piazzale Domenico Colucci nella Città Bianca. Il guidatore, però anziché sottoporsi al controllo, è ripartito a tutto gas e, per garantirsi la fuga, ha imboccato strade contromano e ignorato diversi segnali di stop. Ne è scaturito uno spettacolare inseguimento conclusosi nel centro storico quando uno degli pneumatici della 500 ha urtato contro lo spigolo di un marciapiedi. A quel punto, i due uomini a bordo sono scesi e hanno tentato di darsela a gambe. Uno di loro, Mastrorilli, è statp immediatamente raggiunto da uno degli agenti e ammanettato. Il complice, Soleti, invece, aveva trovato rifugio in casa della madre: l’hanno trovato nascosto sotto un letto. Durante le successive perquisizioni domiciliari sono stati recuperati anche una Vespa Piaggio, risultata oggetto di furto proprio come la 500 (nel quadro d’accensione era ancora inserito lo “spadino” utilizzato per rubarla). Inoltre, i poliziotti hanno rinvenuto il contenitore di monete di una macchinetta cambia-soldi, il cui furto era avvenuto il giorno prima (7 settembre) in una stazione di servizio lungo la strada provinciale  di collegamento tra Ostuni e Francavilla Fontana, e oggetti provento di un furto in appartamento commesso in una casa in località Villanova (dischi, racchette da tennis, una motosega a benzina, un’ascia, una fotocamera, una calcolatrice elettronica, ecc.). Mastrorilli e Soleti, come disposto dal pubblico ministero Milto De Nozza, sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari, mentre F.S. è stato denunciato a piede libero.

IMG-20170909-WA0001

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter